L’amore è libertà ma non è cosa da tutti

Sento parlare la gente, spesso d’amore, perchè tutti se ne intendono tanto da essere infelici e frustrati in coppia o scontenti e avvinti dopo essersi persi. Beh io ho idee differenti e trovo sia importante già l’essere soggetto non conforme. A dimostrazione di ciò c’è la mia vita: una vita nella quale ho sicuramente commesso errori (sono un essere umano) ma – di fatto – sono stata amata moltissimo ed ho amato così tanto da lasciare libertà assoluta a chi mi ha amata. Non è cosa comune, certo, però – la vita prende e la vita rende – se sei persona onesta, bisogna ricordarlo. Sono grata alla mia vita per avermi reso quel che, infondo, sento di non aver perso mai. Anche dopo vent’anni… e sono convinta che non ho sbagliato lasciando quel posto libero. Non tutte – a vent’anni di distanza – possono vantare l’immensa gioia di un simile responso. Non tutti – dopo vent’anni – ammettono ancora (senza mai averlo negato, soprattutto) il tuo valore di donna… non è un atteggiamento comune, specie fra gli uomini. Di questo ti ringrazierò sempre: mi stai volendo bene ancora oggi, come se vent’anni fossero stati solo venti giorni. Ho capito che – forse oggi è tardi – ma, quella volta, io sbagliai senza accorgermene e ti lasciai solo probabilmente quando avresti avuto più bisogno di me. Non era questione di libertà né di amore estinto la nostra perché abbandonandoti io ho reso schiavi entrambi di quelle scelte sbagliate che sono venute dopo. Avrei dovuto presidiare il mio posto e capire quanto grande fosse il mio valore per te. Pensare che mi sentii così sconfortata… il fatto è che non era una colpa da dover attribuire a te. Tu – e io sola me lo ricordo bene con te – non avevi il tempo di pensare a te stesso… vivevamo in emergenza, è vero, però vivevamo. Oggi siamo solo due sopravvissuti e – questo ci rende ancora belli a cinquant’anni come a ventisette – lo ammettiamo con la stessa tenerezza di prima e con più consapevolezza. Hai fatto bene a venire a trovarmi: io – più d’una telefonata – neanche avrei fatto ma è risaputo che fra i due sono la più orgogliosa. E’ bello, dopo vent’anni, guardare in faccia ad un affetto con tenerezza. Senza rimbalzarsi né essersi mai rimbalzati colpe o discussioni. Siamo stati bellissimi noi: una meravigliosa realtà da ragazzi e, ancora, lo siamo da adulti.

 

 

 

Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: