Salta la navigazione

Monthly Archives: aprile 2019

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

IMG_4513
 
 
Lascio alla meschinità
il suo modus operandi
passo oltre
non ci penso più.
 
Scoprire l’altrui tirannìa
spiace perché ferisce
così procedo in avanti
senza voltarmi mai.
 
Non si cammina
sui campi minati
_imperfetta ma umana_
scelgo l’altrove.
 
Smetto di scorrere
_quasi la mia mente
fosse un flusso
d’acqua sorgiva_
mi sposto
su differenti delta.
 
La fiumana
del mio vivere
non è infinita
però esiste adesso
_con tutti i paradossi
con tutte le mutazioni_
e sogna e tende
all’infinità del mare:
al di là del suo sbocco
anela ancora
l’azzurra grandezza.

_ Paola Cingolani
29/04/2019 _

View original post

Annunci
Sono così, diretta: io preferisco una disarmante onestà piuttosto che una piacevole bugia o – peggio – piuttosto che la scelta ipocrita del non detto; l’intelligenza altrui non la si deve mortificare mai, non è atteggiamento giustificabile né scusabile.
Fatto chiaro questo concetto, solitamente, mi sforzo di capire, perché senza sacrificio non c’è alcuna conquista. Mai.
La conoscenza è il fuoco sacro, non la si ottiene per caso o per gentile concessione, neanche la si può patteggiare né si accende per induzione, serve l’intuizione.
Alla padronanza di un ulteriore valore aggiunto si arriva, sì, ma solo dopo essersi spremuti a lungo le meningi.
Conoscere è sforzarsi di pensare e – per pensare nella maniera più limpida che sia possibile – dobbiamo riuscire a liberarci da qualsiasi pregiudiziale. Le zavorre non fanno volare le idee, al contrario, le inabissano.
C’è chi sostiene come, anche un solo dubbio, sia già il fattore sufficiente e necessario per l’esclusione definitiva del discorso.
Io, che abbraccio e benedico il dubbio, lo sostengo quale crepaccio attraverso il quale può filtrare una agognata e vivificante lucentezza.

271 (2)

 

 

 

La parola non si adegua
alla circo_stanza

rivela
divide
gente nella stanza
pagliacci al circo
mancanze presunte
presenze mancanti
assenti
_più o meno
giustificati_
ed altre imbecillità
a patto che
cavalchino l’onda
d’im_patto
d’urto
polene alla deriva
nel vuoto cosmico
del nulla di nuovo
_un niente
di fatto_
la solita storia
travestita da idea
o spacciata
per scoperta

eccezionale.

 

 

 

 

 

 

 

IMG_4685

(Foto – Dicembre 2005)

Ciao “tu”
_ieri ti ho vista
un’altra volta_
perché non ci sei più
e ti ho voluta scordare.

Dovevo dimenticarti
mia cara “tu”
ho dovuto farlo
_posso dirti solo
d’esserci riuscita_
e anche altri
avrebbero dovuto.

Non ce l’hanno fatta
bella la mia “tu”
_con le traveggole
ti vedono ancora_
eppure quella “tu”
è andata via da tanto
ha concluso un ciclo
s’è mascherata
è nascosta
è scappata
è clandestina forse
o chissà cos’altro
ma “tu” circola libera
spazia pure
non svelerò mai
il nostro segreto.

Non dirò
che a scappare
ti ho costretta io.

_ Paola Cingolani
23/04/2019 _

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

muralespaolasanna (3)

Raccontami
di quanto hai camminato
per queste strade
_a volte gremite
altre desolate_
e dimmi adesso
se ancora prosegui
o ti vorresti fermare.
 
Raccontati
come fossi un disegno
estraneo alla tela
_lo scarabocchio
d’un bambino_
e parlati da sola
se vuoi comprendere
o ti perderesti veramente.
 
Raccontagli
che sai scoppiare di gioia
insieme ai tuoi dolori
_li hai tinteggiati
in migliaia di colori_
un’artista azzardata
ma adattata alla vita
o ti saresti rabbuiata.
 
Non dirgli mai
che hai capito tanto
e che hai mal di gola
_un groppo stretto
senza un filo di fiato_
una maschera ridente
indossata elegantemente
o ti potresti strangolare.

_ Paola Cingolani
22/04/2019 _

View original post

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

In alto mare

Tuonano i giudizi
in temporali strani
maremoti di parole
senza salvataggio
_c’è chi giura
spergiurando_
e tu osservi lassù
la vastità del cielo
per te diventa infinità
la addizioni al mare
_la tua potenza
sai d’essere tu_
 
 
è quanto hai vissuto
a dimostrare per te
 
è quanto hai donato
a parlare senza lemmi
 
è quanto hai ricevuto
a definire la tua realtà
 
 
il tuo angolo di mare
non ti concede timori
_lo coccoli ancora
a volte lo sfiori piano_
quasi la sua completezza
sia l’abbraccio più forte
e possa farti una carezza.
 
 
Non vuoi più promesse
sei attratta dall’altrove
_e dimmi una cosa
fingi almeno di dire_
ma sai che tutto è niente
non ti puoi rammaricare
 
 
l’attrazione magnetica
per la distanza siderale
è ciò di cui sei fatta tu
il tuo elemento vitale.

_ Paola Cingolani
07/04/2019 _

View original post

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

DA23A96E-88E7-4EE8-9B68-D52AB3E79DDE

I giorni gravano
a volte pesantemente
altre volte meno
ma noi restiamo qui
come spettatori inermi
di meteore sfavillanti
che riescono soltanto
a lasciarsi ustionare.

E mi domando ancora
quanto conti alla fine
essere uomini o donne
dotati di pensiero se
nonostante tutto ciò
incarniamo l’alienazione
la solitudine più cupa
la sofferenza più bieca
subita clandestinamente?

Ma non c’è un’anima
che mi risponda mai
_dev’essere proprio lei
l’anima che ci manca_
l’assenza ingiustificata.

Io mi sono anche spinta
ai confini di altri mondi
ma è tempo che mi fermi
per attendere chi voglia
muovere rotta verso il mio.

_ Paola Cingolani
03/04/2017 _

View original post

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: