Salta la navigazione

Monthly Archives: agosto 2020

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Courtesy by AlìtA Art Photography – La mer –

Il mare è senza stagioni

dotato d’un potere maggiore

di quello che si possa immaginare

resta sempre là _ a sciabordare _

e come un’entità sovrannaturale

rimette in pareggio i conti sospesi.

A parlare per suo conto è l’acqua

sulla risacca o sugli scogli

con suoni dolcissimi

con onde che urlano

violente più del vento

e intanto

stelle

luna

sole

_ la stessa sabbia _

si rivelano presenze indubitabili

comunicando da distanze persino siderali

svelando storie fantastiche

oltre ogni spazio e al di là del tempo conosciuto.

@lementelettriche – di Paola Cingolani

View original post

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Courtesy by Alita Art Photography

La vita degli esseri umani
somiglia ai binari dei treni

_ le corse sono parallele
con quegli scambi assai rapidi _

da calcolarsi con precisione
al fine d’evitare deragliamenti

_ le tempistiche già stabilite
garantiscono tutte le fermate _

si sale e si scende con l’orario
i giorni feriali o festivi s’alternano

_ alle volte accumulano ritardo
oppure le tratte si sopprimono _

non senza quella frase rituale
che dice tutto e non dice nulla

“Gentili utenti ci scusiamo
per il disservizio arrecato”

anche registrata la pronunciano
è sempre prevista e contemplata.

Potrei considerare ben gentile
persino un tragitto incompiuto.

Non ha nessuna colpa il treno
sfreccia privo di responsabilità

_ e se poi ti dovesse passare addosso
chi ha sbagliato saresti solamente tu _

perché non puoi stancarti
né concedono di sdraiarti

almeno non a te che sei là
con la pretesa d’un binario

View original post 39 altre parole

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

E tu riposa
respira
prendi fiato
adesso ci riesci
bene
_ sei stata più forte
della menzogna _
che laida
e subdola
ti ha avvolta
senza poterti intaccare.

Tu continui
a veder ardere
le stelle nel cielo
a viaggiare calma
sui tuoi vascelli fantastici
giochi
porti comete sul mare
e navigli fra le nuvole
così
avvisa i signori naviganti
che con arbitraria allegria
dai tuoi tanti naufragi
al momento si fa scalo
su di un approdo sicuro
ricorda
sei nata sullo scoglio
sei figlia del mare
non temi rivalità
e saluti le sirene
resti fra le polene
per riprendere il viaggio
quale vecchio legno sicuro.

Prendi fiato
riposa
respira
gli ippocampi sorridono
ancora
persino oggi
come quand’eri bambina.

@lementelettriche – di Paola Cingolani

View original post

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Essere eleganti è assai raro

è qualcosa di poco comune

_ non ha nulla a che fare

con gli abiti di gran lusso _

perché l’eleganza è rifiuto

_ di contemplare canoni

per risultare omologati _

la vera eleganza risiede nella mente

se lo si capisce il pensiero fluttua lieve

_ è questione d’ipotalamo

sono alchimie sinaptiche _

però io mi domando spesso

senza trovare risposta alcuna

_ cosa sia che sospinge la massa

a cercare nella banalità dilagante _

come ci può apparire la bellezza

se siamo tutti fermi e intrappolati

nei soliti stereotipi surclassati?

Il danno peggiore _ poi _

ce lo arrechiamo da soli

succede ogni volta in cui

volendo piacere ai più

seguiamo ciecamente

tutti gli altrui dettami

_ in automatico _

senza agire in autonomia.

Da tanto mi sono spogliata

ho dismesso l’abito grazioso

_ più attratta dalle mie mode

che dalle imposizioni altrui _

View original post 29 altre parole

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Puntuale come l’alba al mattino

arriva il giorno in cui vuoi staccare

con tutto

da tutto

pur di non fronteggiare

l’elemento di disturbo

perché è chiaro

ti sta aspettando

rivendica il suo turno.

Le incomprensioni si appianano

ma _ quell’elemento di disturbo

non puoi eluderlo né eliminarlo _

si insinua fra te e la ragionevolezza

pretende di spacciare per vera

una sua realtà parallela

malgiudica tutti

_ specie te _

non comprende nulla

oltre al suo ruvido sé.

Ti colpevolizza di ogni cosa

dei meteoriti mai caduti né esistiti

ti viene contro a prescindere

anche se tu non attui la sua strategia

infine

ti seziona

parte per parte

fino a smontarti

non gli va bene se sei intero

_ ti deve rottamare _

non tollera niente di integro in te

specie la tua autonomia di giudizio.

@lementelettriche – di Paola Cingolani

View original post

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Io mi ricordo bene

era esattamente lo scorso anno

_ un anno esatto oggi _

e la menzogna bella bella era là

che confutava le tue stesse parole

mentre io ti osservavo in silenzio

e ti guardavo cadere così in basso

precipitando nella melma _ mio dio _

eri persino certo di esserti eclissato

_ ti sentivi un ago nel pagliaio forse _

così ho lasciato che ti credessi forte

ero amareggiata e delusa _ l’ammetto _

ma mi sono nascosta assai meglio di te

ti ho guardato sprofondare

sabbie mobili come enormi buchi neri

ma ci sei affogato tu _ poltiglia _ e fango

ci stai bene?

ci stai male?

_ non lo so né me ne interesso adesso _

perché ?

semplice

io mi ricordo bene

era esattamente lo scorso anno

_ un anno esatto oggi _

sembri invecchiato di dieci _ sai _

assumiti le responsabilità che…

View original post 46 altre parole

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

“La fiducia si guadagna goccia a goccia, ma si perde a litri.”
(Jean-Paul Sartre)

Personalmente, la cosa che più mi indispone nell’essere umano, è questa maniera – assurda e paradossale – con la quale è capace di giocarsi tutto, solo perché non è limpido, né onesto.

E mi irrita veramente, non so cosa ne pensiate voi.

Perché se è vero che ogni situazione può trasformarsi, deve farlo mantenendo il dovuto rispetto per l’intelletto altrui. Altrimenti non trovo spiegazioni logiche e non vedo appigli.
Si può rischiare di giocarsi tutto, ma non si getta nella spazzatura la fiducia che altri hanno riposto su di noi. Se la meritiamo la manteniamo. Parliamo.
C’è un tempo per tutto e c’è un modo per tutto.
Oltre quel modo e oltre quel tempo, siamo fuori. Colpevolmente fuori.

“Se questo problema riguarda le persone, devo dire che ad oggi salvo i miei splendidi bassotti: nessuno di…

View original post 14 altre parole

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Pulisci bene lo specchio

per guardarci attraverso

per _ poi _ capire “chi”

per capire “cosa” vedi

scoprire “che” nascondi

_ se puoi scorgere quanto hai

sai anche che cosa ti manca _

la comprensione diretta

è preferibile alle ipotesi

_ inadeguate e superficiali _

come diagnosi sbagliate

a peggiorare le malattie

_ se sai scorgere cosa manca

puoi vedere quello che hai _

lo specchio ti serve sempre

tutti i giorno di questa vita

_ non si è fuori dal mondo _

non è inutile vanità né Ego

ma necessaria lealtà col Sé

_ scegli con cura le parole migliori

per chiamare le cose col loro nome _

le ferite inferte inutilmente parlano

e svelano con eloquenza chi sei tu

non danno mai contezza del mondo

_ almeno non di quello degli altri _

anche se t’illudi di poter conoscere

@lementelettriche – di Paola Cingolani

View original post

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Un déjà-vu che non m’è sconosciuto
_ e infinite carambole nell’ignoto _

Alors, madame, ça va sans dire!

Merci beaucoup, mon ami.
À bientôt!

Oggi mi sento sdoppiata e salto

_ spilloni capelli immagini volto
così come era la mia ispiratrice _

versi visioni ed una gran pittrice.

Io quale sono?
Sono tutte ma senza essere nessuna

_ vorrei ancora toccare la mia luna _

le stelle sorde e le scie luminose
vanno in collisione con tutte le cose.

Mi fingo pazza?
A dire il vero non ho una soluzione

_ continuo a saltare da spilla a spillone _

piroette ne ho fatte di tutti i colori
magari stavolta cado anche di fuori.

Ferma Paoletta!
Sento ancora la tua voce
e più che la mia festa
ricordo la tua croce.

@lementelettriche – di Paola Cingolani

View original post

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Sono stanca.

Di giudizi e pregiudizi.

Di discorsi rivolti alla massa
mentre si distrugge il singolo
e mi spiace _ no _ io mi scosto
non voglio più sentire j’accuse
con l’alibi arcinoto dei “molti”
e _ chi “parla” _ con me
è a me che sta infliggendo
tutta la responsabilità di tutto.

Sono stanca
di non essere mai libera
specie se non ricevo rispetto
poiché io ne ho sempre avuto.

Sono stanca.
Non voglio più leggere neanche
frasi che _ come gli spari _ schivo
e mi voglio dare la giusta tregua
così mi ricordo di chi sono figlia
penso a mio padre _ io _ lo sento
che mi ripete la sua frase magica.

_ “La gente? Cosa conta per te?
Devi stare male per la gente?” _

Sono stanca
perché se io cerco di spiegarmi
_ e ci metto cuore e cervello _
non risolvo quasi mai…

View original post 13 altre parole

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: