“Giochiamo a nascondino?”

Noé Sandas Photography Quella di stamattina è una strana e divertente domenica, al contempo: in un’ora mi è capitato d’essere bacchettata da due persone che, oltretutto, non interagiscono praticamente mai con me. Una di queste mi ha spiegato le teorie di Azimov in un solo tweet e – onestamente – non mi ha raccontato nullaContinua a leggere ““Giochiamo a nascondino?””

“Alla fine, tutto sarà ancora uguale”

Arriva un nuovo anno, ma sarà esattamente come quello già trascorso: i frutti della speranza non matureranno da soli. Avranno bisogno di calore, di una serra, di essere curati ed accuditi con le dovute cautele. Arriveranno degli imprevisti – serviranno a metterci alla prova – e valuteremo le nostre capacità, la nostra pazienza, la nostraContinua a leggere ““Alla fine, tutto sarà ancora uguale””

“Fortunatamente Natale capita d’inverno”

Dipinto di J. V. Tristram Inverno Come un seme anche la mia anima ha bisogno deldissodamento nascosto di questa stagione. Giuseppe Ungaretti Ecco, ho bisogno di nascondermi, non mi voglio far trovare da tutti.Sto scegliendo “chi” e “come”, ho imparato che – se aggiungo tutto al “dove” – posso respirare e cambiare l’aria che sentivoContinua a leggere ““Fortunatamente Natale capita d’inverno””

“L’amor proprio sì, ma senza esagerare”

Questa faccia è mia. L’ho trovata spulciando altri file e neppure ricordo chi aveva trasformato una mia foto in carboncino, ma poco conta. La cosa importante è che probabilmente potrei risalire al 1678, anno in cui Francois de La Rochefoucauld scrisse questa sua massima definendo il concetto di “Amor proprio”. Non è una buona considerazione.Continua a leggere ““L’amor proprio sì, ma senza esagerare””

“La riviera sotto vento”

La nostra riviera urla sotto al vento dicembrino _ è il solito concerto fatto di suoni singolarifra sugheri galleggianti e sciabordio d’onde _ e tutto ci sembra essersi andato ad infrangere su quella scogliera che ci aveva viste ridere. Ci siamo chiuse in casa _ adesso _ asciughiamo lacrime salate ci stringiamo ai ricordi chéContinua a leggere ““La riviera sotto vento””

“L’insiemistica ed Eulerio Venn”

Oggi vorrei raccontare un episodio di quando facevo le elementari. Credo sia significativo. La mia maestra – una donna che ho molto amato e che mi voleva un bene sconsiderato – ci insegnava la famosa “insiemistica” e, a me, non riusciva per niente complicata. Mi piaceva tanto il Diagramma di Venn, lo capivo bene, perContinua a leggere ““L’insiemistica ed Eulerio Venn””

“Le cose vane stancano, e non soltanto”

Le frasi di circostanza, i tentativi – sciocchi – di appianare con luoghi comuni cose serie e situazioni di spessore, mi sfiancano. Sono logoranti. Patetici. Ridicoli.Le cose vane consumano energie: sono parole spese male e dette tanto per dire, sgretolano la pazienza anche a chi resta immobile, come una statua di sale. Non ci siContinua a leggere ““Le cose vane stancano, e non soltanto””

“La cosa mi sfugge”

L’amore è un’ipoteca senza certezza alcuna _ ma la vita, infondo, non è affatto differenteperché l’incertezza accomuna tutti, sempre _ la cosa mi sfugge e sfugge a chiunque se relazionarsi è fonte di dubbi restare soli è altrettanto causa di domande ***chiedersi tante cose significa voler crescere ma non è una gara e non c’èContinua a leggere ““La cosa mi sfugge””

“Che cosa mi è rimasto di te”

A pensarci bene _ ma con molta concentrazione _ che cosa mi rimane di te? *** Anni _ anche troppi _ messaggi _ patetici e inutili _ tempi dilatati _ morti e stagnanti _ ricordi offuscati _ li ho perduti chissà dove _ bugie da principiante _ quanto meno sei fatto così _ dichiarazioni vaneContinua a leggere ““Che cosa mi è rimasto di te””

“Un posto vale l’altro”

“Se credi che sia sufficiente abbandonare tutto e ricominciare a vivere altrove ti sbagli, e di grosso.” Quante volte succede di sentire il desiderio di fuggire per riprendere in mano la propria vita altrove, distanti da cose e persone che ci hanno ferito?Ebbene, tutto ciò è normale, non è altro che un comune momento diContinua a leggere ““Un posto vale l’altro””