Salta la navigazione

Monthly Archives: ottobre 2019

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Ad esserci
con la grandezza delle cose semplici
_ quelle apparentemente insignificanti _
essenziali
che ciclicamente
avvengono
 
come la riva per il mare
come la luna per la notte
come il sole per il mattino
come la rugiada per il fiore
come il vento per la nuvola
come il cielo per la rondine
come la parola per la bocca
come il pensiero per la mente
 
oppure
 
come il fiato per il respiro
come il battito per il cuore
come il sangue per la vena
come il bacio per chi fa l’amore
come la terra per questo immenso universo.
 
 
Ad esserci
con la potenza delle onde marine
_ quelle che erodono le scogliere _
implacabili
che inarrestabilmente
divengono
 
come la goccia che buca la roccia
persino della vetta più scoscesa di tutte.
 
Ad esserci
con la credibilità di chi vuole trovarcisi
nonostante tutto
e…

View original post 3 altre parole

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Beautiful Portrait Photography by Mariam Sitchinava (3)
[A Mariam Sitchinava Photo]

Dai conflitti non nascono altro che negatività.
 
È il primo segnale _ da cogliere _ evitando pericoli imminenti.
 
Scelgo sempre i confronti obiettivi
_ i confronti leali e gestiti con rispetto
sono costruzioni di consapevolezze _
la nostra mente agisce in automatico
con programmi già cablati dall’abitudine
e risponde agli stimoli così condizionata.
 
Cercare la sintesi _ o un punto d’incontro _ è la soluzione.
 
Possediamo la capacità di operare la magia
_ trasformare un conflitto in un confronto
resta la sola maniera per dirci ragionevoli _
la misura della nostra intelligenza è questa
col suo grado più o meno civile d’esistere
e con l’onere di gettare il ponte che manca.
 
Oltrepassarlo concordando _ o evitando il peggio _ è etico.
 
Là dove non c’è alcuna traccia d’etica
_ per regola della logica _
mancano pure i canoni
della giustizia

View original post 90 altre parole

“I giornalisti sono impermeabili a tutto. Arrivano sul cadavere caldo, sulla partita, a   teatro, sul villaggio terremotato, e hanno già il pezzo incorporato. Il mondo frana sotto i   loro piedi, s’inabissa davanti ai loro taccuini, e tutto quanto per loro è intercambiabile   letame da tradurre in un preconfezionato compulsare di cavolate sulla tastiera. Cinici?   No frigidi.”

(Carmelo Bene)

a1d01074420c534bb3d74e872ff9e15c_w1200_h_mw_mh_cs_cx_cy

 

Estremo e provocatore, certo, ma spesso – specie oggi che le fake news sono ordinaria amministrazione – questa sua idea può trovare riscontro. Si veicolano notizie senza la necessaria obiettività, si tende a manipolare il dato di fatto oggettivo, si è sul pezzo rapidamente, con tempistiche flash, ma non si approfondisce. A volte c’è anche dolo, la cosa mi è accaduta più volte, e personalmente – sia scrivendo che trovandomi al centro della questione – ho provato un fastidio enorme.
Quando si è scritto che un mio hashtag in tendenza era di altri, quando si è scritto ignorandomi completamente (e, peggio, correggendo a posteriori, così che io sembrassi un tantino squilibrata), certo non c’è stata buonissima fede.

Così, perché si scelga di fare una cronaca dei fatti il più fedele possibile a quanto accaduto, voglio concludere citando una fra le maggiori figure del giornalismo mondiale.
Buon pro vi faccia, amici #giornalisti e #blogger, di vero cuore.

“Non devo divertirvi. Non devo suscitare le vostre risate di approvazione. Non devo intrattenervi cercando di essere sagace o di compiacervi.” […] Oriana Fallaci, ancora,  all’università di Harvard affermava: “Io non sono uno di quegli scrittori, o uno di quei giornalisti, che si esprimono con giri di frase, con allusioni prudenti, e che tacciono la verità per paura. […] Dico quello che penso, sempre, per non tradire completamente me stessa.” […] “Un buon giornalista non dovrebbe mai essere una persona accomodante. Ancora meno, una persona innocua. Se tutto fila liscio per lui o per lei, significa che compiace il piacere. Il nostro compito non è compiacere il piacere. Il nostro compito è informare e risvegliare la consapevolezza politica delle persone. Quella consapevolezza che il potere ha sempre cercato di mettere a dormire.”

“Ogni persona libera, ogni giornalista libero, deve essere pronto a riconoscere la verità  ovunque essa sia. E se non lo fa è, (nell’ordine): un imbecille, un disonesto, un fanatico. Il  fanatismo è il primo nemico della libertà di pensiero. E a questo credo io mi piegherò sempre, per questo credo io pagherò sempre: ignorando orgogliosamente chi non capisce o chi per i suoi interessi e le sue ideologie finge di non capire.”

(Oriana Fallaci)

ORI

 

 

likeable-blog-1000-2x

Circa dieci giorni fa ho oltrepassato 1.048 like nel blog che mi ha voluta, pochi giorni dopo scoprivo di aver postato e “pensato” 100 componimenti in versi sciolti.
Una buona media: significa che, in pochi mesi, senza alcun obbligo, la mia scrittura si è liberata dando vita ad una silloge ben nutrita ma, la cosa che più apprezzo, è che le mie parole sono piaciute.
Non me ne ero neanche resa conto: prima d’arrivare a postare 100 poesie avevo oltrepassato 1000 like da parte di altri blogger, bravissimi, e – non essendomene avveduta – non ho ringraziato nessuno di loro.

 

Mi scuso, sentitamente chiedo scusa a tutti, soprattutto vorrei dirvi che l’emozione frena le parole, dunque vi dedico questo piccolo brano e – del titolo – potremmo farne un simpatico aforisma: “Più di mille è più di mille volte grazie.”

 
A voi, a chi ha creduto in me da sempre, a chi ha apprezzato le mie cose e a chi si è saputo ricordare come la gratitudine sia ciò che distingue gli esseri umani.
Ringraziare in maniera spontanea fa bene, è un gesto che rende signorile chi lo compie e – pur senza pretesa alcuna – appaga chi si è impegnato, cercando di donare qualcosa di buono di sé.

 

 

 

 

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

ziquian liu

[ Ziquian Liu Photo ]

Ho compreso cose importanti
sono una buona allieva
_ mi permetto di allungare il passo
dal mio mondo parallelo _

la visuale è assai ampia
la memoria è pure ottima
la ragione è sempre fervida

i sensi _ pensati _ aiutano nell’intendere

i luoghi però non ricordano
ed è vero
ma le persone sì

l’ho imparato

aggiungo che la gente tiene bene a mente
specie il proprio sentire

_ falla soffrire e ricorderà nitidamente
falla divertire e ricorderà solamente _

conserverà un cenno del tuo passaggio
e _ questo _ sarà di tua pertinenza

non dire significherà aver gridato un no
non fare sarà aver scelto d’imporre un no
non rispettare diventerà peccare d’egoismo
scegliere di non esporsi _ poi _ è di già negarsi
come non esserci mai stati affatto se non parzialmente

mi perplime che ancora ci sia chi crede
quasi la negazione…

View original post 33 altre parole

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Non sono sciocca _ anzi _ volteggio fra verità diverse
accetto le difficoltà per meglio costruire il mio Sé
faccio tesoro degli insegnamenti buoni
e _ ricordo _ quanto sono più preziosi quelli dolorosi

tengo a mente le cose belle
ma _ queste _ sono state gratuite e casuali
non mi sono costate nulla
né le ho sofferte affatto

là dove ho pagato un prezzo esoso
ho acquisito alta crescita spirituale
sebbene fosse una rapina
mi sono _ comunque _ sdebitata

così _ ora _ posseggo l’ampia libertà
_ comprata di tasca mia _ per valutare
e in special modo per me sola
senza le altrui ingerenze

ché non ho mai concesso liceità d’offesa
_ ed è successo alla mia ragione _

ché non ho mai autorizzato il falso
_ però mi è stato proferito con dolo _

dovrei sentirmi vittima o colpevole?

Assolutamente né l’una, né l’altra
non è…

View original post 127 altre parole

“Le vittorie più intelligenti sono quelle dov’è l’avversario a capire che deve arretrare. Non solo si risolve tutto, ma c’è la sua totale resa: è l’ammissione della vostra assoluta integrità. Finalmente.”
Era il 17/10/2013 e posso dire che la legge è lunga ad arrivare, specie per chi è nel giusto, però arriva ed è inesorabile con chi è reo.

“A nemico che fugge ponti d’oro.”

Aspettare di riprendersi ciò che è il proprio diritto, per quasi 23 anni, significa che non è mai stato un pezzo di carta a condizionare la vita di nessuno. Al massimo può soltanto averla sfiorata, senza riuscire a contaminarla. E, qualsiasi fuga, oltre a non risolvere i torti fatti, ne amplifica la gravità.
Da 6 anni, ogni 17/10, mi sento persino più fiera di me.
Da 6 anni, ogni 17/10, mi dispiace che mio padre non sia riuscito a vedere come ho concluso brillantemente tutto. Meritava di ricordarlo, è sempre stato paladino della mia libertà, anche in tempi più sereni, quando ero solo ragazzina.

“Babbo, stai tranquillo, ovunque tu sia: nessuno potrà danneggiarmi mai più. Io sarò sempre la madre e il padre di Giulia. Continuerò a sentirmi erede di ogni tuo ideale e lo farò fregandomene di chiunque creda di potermi condizionare. Sarò sempre libera, come mi hai insegnato tu. Riserverò il meglio esclusivamente a chi potrà capire. Il guaio, caro babbo, è che non vedo nessuno in grado di capire. Anche per questo mi manchi clamorosamente, signor Cingolani. Il mondo è pieno di mediocrità.”

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Ogni albero deve avere il suo strallo

il sartiame va sempre bene ordinato

– tra i candelieri o i pulpiti dev’essere

la draglia d’acciaio ad evitare cadute –

coi parabordi funzionali alle manovre

si effettuano gli ormeggi e t’attracchi

– sul molo non puoi sbagliare le mosse

se credi d’essere già arrivato in terra –

anche il migliore degli scafi lo governi

soltanto attraverso virate millimetriche

– il mare è per quelli che lo rispettano

ci si può fare male senza conoscerlo –

una metafora importante dell’esistere

tutti nella barca ma uno solo al timone

– sì c’è da capire se noi siamo barche

e traghettiamo altri marinai chissà –

oppure siamo gente che solca i marosi

polene apposte a prua d’antiche navi.

eff7b4bda56073d91d041ef7f0f08fa6

@lementelettriche Paola Cingolani (versi di qualche anno fa)

View original post

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

L’indifferenza è un male assurdo
_ troppi personalismi non aiutano
ché nell’universo tutto è connesso _
e lo leggerai anche oltre le righe
declinando bene ogni mio pensiero.

Se io dovessi congetturare tutto
_ senza avere interlocutore alcuno
mi abbatterei proprio su me stessa _
le mie idee non sarebbero che mie
resterebbero stanziali e non confutate.

Vorrei almeno mi smentissi con garbo
_ mi colorassi con sfumature nuove
ogni tonalità di immaginazione nera _
sorprendimi provando a sorprenderti
vorrei che l’infinito non finisse mai.

Però sei proprio incapace di seguirmi
_ ti perdi solo all’idea di una voluta
di pensiero o di una volata libera _
è così che io scelgo la distanza siderale
volendo com’è bene sublimare il male.

(24 / 10 / 2018)

wp-image-433108124

@lementelettriche Paola Cingolani  – Dopo un anno, ancora –

View original post

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Sì, certo
probabilmente
se non ci fossimo trovati
è vero che non ci sarebbe stata sorpresa.
Sì, certo
probabilmente
se non ci fossimo trovati
è vero che non ci sarebbe stata discussione.
Sì, certo
probabilmente
se non ci fossimo trovati
è vero che non ci sarebbe stata tanta rabbia.
Sì, certo
probabilmente
è tutto vero
però non è andata così
inutile dire se – adesso –
inutile anche parlare dei forse e dei ma.
 
**
 
Mi mancano
la tua faccia
le tue parole
le tue premure
i tuoi mi manchi
mi mancano
misti
ai tuoi ti penso.
 
**
 
Di questo voglio dire
o non dire mai più
che forse è meglio
come se una nuvola
fatta solo d’oblio
mi piovesse addosso
ripulendo la mancanza
con la totale dimenticanza.
 
 
(25/ottobre/2017)

Dev’essere piovuto

abbondantemente
durante questi due anni
ché _ mancanza _ non ne sento
ma…

View original post 9 altre parole

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: