Neurone batte ormone: non c’è gara

Il fascino risiede nel cervello, non è un fattore solo ormonale, e – anche gli ormoni – pare siano stimolati dai neuroni: lo so, è una triste notizia, ma qualcuno doveva pur darvela; neurone batte ormone, sempre e comunque. Non c’è gara. Ci sono giornate sicuramente molto, molto particolari. Situazioni che – apparentemente – sembranoContinua a leggere “Neurone batte ormone: non c’è gara”

Confrontarsi è un’arte nobile

Alita Art Photography – Red shoes “I lupi sani e le donne sane hanno in comune talune caratteristiche psichiche: sensibilità acuta, spirito giocoso, e grande devozione. Lupi e donne sono affini per natura, sono curiosi di sapere e possiedono grande forza e resistenza. Sono profondamente intuitivi e si occupano intensamente dei loro piccoli, del compagno,Continua a leggere “Confrontarsi è un’arte nobile”

Ciao “tu”

(Foto – Dicembre 2005) Ciao “tu” _ieri ti ho vista un’altra volta_ perché non ci sei più e ti ho voluta scordare. Dovevo dimenticarti mia cara “tu” ho dovuto farlo _posso dirti solo d’esserci riuscita_ e anche altri avrebbero dovuto. Non ce l’hanno fatta bella la mia “tu” _con le traveggole ti vedono ancora_ eppureContinua a leggere “Ciao “tu””

E i sogni veleggiano lievi

Siediti e osserva il molo una sera _al tramonto_ vedrai sartie dondolare e vecchie reti penzolare _i sugheri a sciabordare suoneranno la musica_ mentre vecchi parabordi daranno un ritmo lento. Anelare all’universale è venirsi incontro _onde_ oltrepassare come i venti quelle improbabili e mute cartografie del silenzio dando voce _ moto e vita agli elementiContinua a leggere “E i sogni veleggiano lievi”

Quel che resta del nulla

  Quel che resta di piani mal costruiti – di me che non mi sono risparmiata – è solo uno dei mille e più messaggi – belli gli attestati di stima fra noi – ma chissà anche se veri, chissà com’è chissà che senso ha dirci Come stai? oggi ch’è tardi e niente c’è daContinua a leggere “Quel che resta del nulla”

Un professionista del “non detto”

C’è tanta solitudine in questo mondo: dilaga fra la gente, serpeggia fra le persone rovinando qualsiasi comunicazione. Come quando qualche sconosciuto e mortifero virus contamina qualcuno, ci si ammala e – all’improvviso – anche le parole diventano veicoli d’un male dal quale non si può guarire più. Pur nuocendo per primi a noi stessi, feriamoContinua a leggere “Un professionista del “non detto””