“Le variabili infinite”

Sempre più spesso mi succede di restare disorientata: sono completamente incapace di dare definizioni all’amore e penso anche esso sia talmente grande da rifuggire le solite logiche comuni.Mi sto interrogando – cosa che faccio seriatamente nel tempo, quasi mi sottoponessi ad un esame diagnostico necessario – ma resta giusto un’idea che mi convince: ognuno diContinua a leggere ““Le variabili infinite””

“Cammina e respira”

Francesca Woodman Photography L’incessante percorso così rocambolesco e travagliato _ con soste brevissime pur di tirare più fiato _ ci obbliga a scegliere quando come dove orientarci meglio e proseguire ** alle volte si fa buio troppo per restare c’è carenza di visuale ** è come se un turbine ventoso avesse spazzato via le tracceContinua a leggere ““Cammina e respira””

“Che cosa mi è rimasto di te”

A pensarci bene _ ma con molta concentrazione _ che cosa mi rimane di te? *** Anni _ anche troppi _ messaggi _ patetici e inutili _ tempi dilatati _ morti e stagnanti _ ricordi offuscati _ li ho perduti chissà dove _ bugie da principiante _ quanto meno sei fatto così _ dichiarazioni vaneContinua a leggere ““Che cosa mi è rimasto di te””

“Ed è tutto così minimale”

Penso guardo rifletto ed è tutto così minimale tanto da perdere ogni senso _ compiuto o incompiuto _ forse domani sarà bello ma oggi adesso quella tristezza per me insostenibile per altri impercettibile persino insospettabile _ oltre che immotivata _ probabilmente sciocca s’è fatta incudine e mi pende così sulla schiena sulla testa sul visoContinua a leggere ““Ed è tutto così minimale””

“Una vita di qualità merita più d’ogni longevità” – Seneca

Photography by Paola Totnambè – “Scorre, il tempo scorre” La brevità è la condizione di ogni esistenza. Rispetto alla durata del mondo, è breve anche la vita di un Nestore o di una Sattia, la quale ultima fece scrivere sulla sua tomba che era vissuta novantanove anni. Ecco una che si vanta della sua lungaContinua a leggere ““Una vita di qualità merita più d’ogni longevità” – Seneca”

“Essere lungimiranti per vedere oltre trovando sintesi” – Zygmunt Bauman

LORENZO CICCONI MASSI – Copyright “La parola comunità esala una sensazione piacevole, qualunque cosa tale termine possa significare (…) Le compagnie e le società possono anche essere cattive, la comunità no. La comunità è sempre una cosa buona.” Zygmunt Bauman Essere insieme, unire le idee addivenendo ad una sintesi costruttiva: mai avere timore dell’altro. MiContinua a leggere ““Essere lungimiranti per vedere oltre trovando sintesi” – Zygmunt Bauman”

“Il tempo non ha più alcuna misura” Patrizia Cavalli / Paola Tornambè

FOTO I Paola Tornambè ARTAdesso che il tempo sembra tutto mioe nessuno mi chiama per il pranzo e per la cena,adesso che posso rimanere a guardarecome si scioglie una nuvola e come si scolora,come cammina un gatto per il tettonel lusso immenso di una esplorazione, adessoche ogni giorno mi aspettala sconfinata lunghezza di una nottedoveContinua a leggere ““Il tempo non ha più alcuna misura” Patrizia Cavalli / Paola Tornambè”

“Gli accadimenti e le nostre realtà relative”

Certo mi piacerebbe invecchiare_ ma è il gran lusso per pochi _e forse sognando potrei vedermila donna anziana col dachshundche si gusta una bevanda con l’immancabile cappellosui capelli oramai tutti bianchiquasi avessi ragione del tempo. La vita accade semplicementescandita dagli eventi e dal caso_ chiamiamolo come volete _resta del tutto al di sopra di noinonContinua a leggere ““Gli accadimenti e le nostre realtà relative””

“Con le sirene”

Si deve restare a gallaormeggiati a modosu banchine tristidel vecchio molo. Si legano cordamie si tirano sagole_ con le tasche piene di nientenon s’è mai sfamato nessuno _allora si attendetutto è sospesoreti galleggiantipalangari sugheritutto. Riprenderemo una rottasenza le carte nautichema ci sapremo orientare_ punteremo l’orizzontecon il sorgere dell’alba _rientrando all’imbruniresulla scia immaginificadi chissà quante sirene.Continua a leggere ““Con le sirene””

“Ci hanno derubati del tempo”

Fotografia storica appartenente all’Archivio Mario Giacomelli – Le mie Marche – Marzo di pioggia e di vetri dai quali si guarda fuori aspettando che spiova e aspettando che passi _ ché abbia a scoppiare questa bolla di tempo _ svuotata d’ogni presente con un libro fra le mani con il magone addosso come tanti clandestiniContinua a leggere ““Ci hanno derubati del tempo””