Neurone batte ormone: non c’è gara

Il fascino risiede nel cervello, non è un fattore solo ormonale, e – anche gli ormoni – pare siano stimolati dai neuroni: lo so, è una triste notizia, ma qualcuno doveva pur darvela; neurone batte ormone, sempre e comunque. Non c’è gara. Ci sono giornate sicuramente molto, molto particolari. Situazioni che – apparentemente – sembranoContinua a leggere “Neurone batte ormone: non c’è gara”

Va tutto bene, anzi benissimo: il mio saluto a voi

Alcuni blocchi emotivi impediscono il doveroso manifestarsi di ogni emozione e, conseguentemente, il corretto fluire di qualsiasi comunicazione. Ci si estranea – pur vivendo fra la gente – e non si riconoscono più le regole del rispetto come comuni. Tutto viene declinato egoisticamente, viene meno il confronto con l’altro, svanisce l’incontro, non c’è più sintesiContinua a leggere “Va tutto bene, anzi benissimo: il mio saluto a voi”

Confrontarsi è un’arte nobile

Alita Art Photography – Red shoes “I lupi sani e le donne sane hanno in comune talune caratteristiche psichiche: sensibilità acuta, spirito giocoso, e grande devozione. Lupi e donne sono affini per natura, sono curiosi di sapere e possiedono grande forza e resistenza. Sono profondamente intuitivi e si occupano intensamente dei loro piccoli, del compagno,Continua a leggere “Confrontarsi è un’arte nobile”

Essere e non essere – Racconto breve –

“S’è perso il significato dell’essere umano.” La sua riflessione continua a condurla solo a questo pensiero. Nonostante abbia tentato in ogni modo di vederla diversamente, con tutto il carico di amarezza che ne può derivare, lei è giunta a questa conclusione. Purtroppo si sono persi gli uomini: credono che la grandezza sia esclusivamente riferibile adContinua a leggere “Essere e non essere – Racconto breve –”

Ciao “tu”

(Foto – Dicembre 2005) Ciao “tu” _ieri ti ho vista un’altra volta_ perché non ci sei più e ti ho voluta scordare. Dovevo dimenticarti mia cara “tu” ho dovuto farlo _posso dirti solo d’esserci riuscita_ e anche altri avrebbero dovuto. Non ce l’hanno fatta bella la mia “tu” _con le traveggole ti vedono ancora_ eppureContinua a leggere “Ciao “tu””

Le mani

(Art Photography from the web) […] Nel 2018 di manine maligne, sediziose, furtive ne abbiamo viste parecchie, fra politiche o giornalistiche, favorite dalla memoria corta della coscienza collettiva e dalla volatilità di una certa informazione on line fulminea, alla bisogna, nel cancellare o nel correggere. L’ultima manina è di ieri. […] (Da Repubblica – MassimoContinua a leggere “Le mani”

Pare che sia Natale

Pare che sia Natale, nel mondo del verosimile. Non lo è nel mio, non percepisco altro che la sensazione di un anno che si sta concludendo, nel modo peggiore, e che si è – di fatto – presentato come nefasto. Non ho voglia di niente se non di tregua, non sento mancanze riconducibili a personeContinua a leggere “Pare che sia Natale”

L’allegoria e l’allegria

Guai a contraddire Sua Maestà _lesa o illesa non lo saprei dire_ m’è impossibile poterlo valutare com’è inutile volerlo specificare.   Difficile capire dove si va a stare _abitiamo diversi luoghi mentali_ m’è negato misurare ogni distanza com’è assurdo doverla raccontare. M’avresti rimpinzata di parole _tu_ inutili fasulle tronfie barocche ridondanti _abbuffata cosmica di menzogne_Continua a leggere “L’allegoria e l’allegria”

Sezionando

Photography by Francesca Woodman Se mi potessi spogliare di tutto e mi specchiassi attentamente sezionando vedrei degli arti _capelli folti ed allungati ché le trecce rasate di bambina si sono prese un bel riscatto_ ma non mi direi mai intera. Se mi potessi dividere in parti e mi scindessi perfettamente sezionando penserei delle cose _ideeContinua a leggere “Sezionando”

Quel che resta del nulla

  Quel che resta di piani mal costruiti – di me che non mi sono risparmiata – è solo uno dei mille e più messaggi – belli gli attestati di stima fra noi – ma chissà anche se veri, chissà com’è chissà che senso ha dirci Come stai? oggi ch’è tardi e niente c’è daContinua a leggere “Quel che resta del nulla”