Quel che resta del nulla

Quel che resta di piani mal costruiti – di me che non mi sono risparmiata – è solo uno dei mille e più messaggi – belli gli attestati di stima fra noi – ma chissà anche se veri, chissà com’è chissà che senso ha dirci Come stai? oggi ch’è tardi e niente c’è da salvare.Continua a leggere “Quel che resta del nulla”

Non è piccola cosa

Contengo me stessa che non è piccola cosa è come contenere -senza saperlo- vastità  moltitudini e l’universo mondo da scoprire da imparare da conoscere. *** Scavo in me stessa che non è piccola cosa è come sciogliere -a mani nude- ghiacciai iceberg e l’universo mondo da capire da scaldare da abbracciare. *** Cerco in meContinua a leggere “Non è piccola cosa”

(Non) è amore

“Non è amore desiderare una giornata in più con una persona appena conosciuta, desiderare ardentemente di restare solo con lei, di sentirsi scelto? Non è amore aspettare giorni la telefonata di un figlio, e sentirsi felice solo perché si sente la sua voce, e ricordare tutti i momenti passati insieme?” (Stefano Benni – “Di tutteContinua a leggere “(Non) è amore”

Con la dimenticanza

Sì, certo probabilmente se non ci fossimo trovati è vero che non ci sarebbe stata sorpresa. Sì, certo probabilmente se non ci fossimo trovati è vero che non ci sarebbe stata discussione. Sì, certo probabilmente se non ci fossimo trovati è vero che non ci sarebbe stata tanta rabbia. Sì, certo probabilmente è tutto veroContinua a leggere “Con la dimenticanza”

Il vento sulla riviera

C’è mareggiata qui e, se c’è mareggiata, è tutto più romantico sulla riviera: sembra che il vento la carezzi dolcemente. *** C’è vento forte qui e, se c’è vento forte, è tutto più profumato sulla riviera: sembra che la salsedine inebria attorno. *** C’è aria pulita qui e, se c’è aria pulita, è tutto unContinua a leggere “Il vento sulla riviera”

La sirena ferita

LA SIRENA FERITA T’ha pretesa, come una cosa. Una cosa che il denaro non ha pagato. T’ha posseduta, come un’amante. Un’amante che non ha mai fatto l’amore. T’ha costruita, come un baluardo. Una estrema difesa che l’ha pure coperto. Intanto la tua vita è trascorsa: e tu – Penelope di quest’epoca neoantica – tessevi telaContinua a leggere “La sirena ferita”

Guerra di parole

Succede che con le parole ci si possa fare molto male – allora più o meno consapevolmente il detto e lo scritto diventano proiettili – e ci scappa il morto. Succede che armando le invettive qualcuno ci colpisca – e a nostra volta rispondiamo al fuoco con una contraerea fatta di parole – morti e feritiContinua a leggere “Guerra di parole”

C’è il mare, fortunata_mente!

Il mare è il Lucifero dell’azzurro. Il cielo caduto per voler essere la luce. Povero mare condannato a eterno movimento dopo aver conosciuto la calma del firmamento! Ma nella tua amarezza ti redense l’amore. […] Federico Garcia Lorca C’è il mare, fortunata_mente! Io non mi sento più in armonia con tanta gente: è triste maContinua a leggere “C’è il mare, fortunata_mente!”