“Gli schiantati”

Circolando in rete mi è capitata sotto mano la serie di foto con la quale Sandro Giordano “schianta” letteralmente la gente, in giro per il mondo, e la ritrae. Prima ho sorriso, poi mi sono detta che sì, mi sento letteralmente schiantata e neanche sono arrivata ancora a terminare tutto quello che devo fare. MoltoContinua a leggere ““Gli schiantati””

“Sono figlia dell’universo mondo, come e più di te”

“I marchigiani? Tumori da eradicare. Cancellerò tutti e invito da ora ogni mio contatto a fare la stessa cosa. Altrimenti lo escludo.”Questo su Twitter, scritto da un mio (ormai ex) contatto. Sono stufa. Guarda altrove, ex contatto, la mia faccia è un lusso che non ti meriti più perché sei razzista e condanni me insiemeContinua a leggere ““Sono figlia dell’universo mondo, come e più di te””

“La panchina dei ricordi” – Fabrizio Bozzini – Consigli di lettura

Disponibile in formato eBook e cartaceo, lo trovate qui: amazon.it/dp/B0B6XX6DX3 Le emozioni che un essere umano prova sono le più disparate: dalla gioia alla tristezza, dal sorriso all’amarezza c’è una scala di sfumature infinitamente vasta e variegata. Questo è ciò che l’esistenza ci riserva, un susseguirsi di paradossi che Fabrizio Bozzini ha voluto raccontare conContinua a leggere ““La panchina dei ricordi” – Fabrizio Bozzini – Consigli di lettura”

“Legge della ragione universale”

La “Legge della Ragione Universale” vuole che tutti abbiano più ragione rispetto agli altri. Che alla fine – a pensarci bene – è anche una legge comoda in quanto mi porta ad affermare il seguente postulato: “Se tutti hanno ragione, essendo io una fra tutti, ho ragione da vendere quanto loro.” A questo punto, datoContinua a leggere ““Legge della ragione universale””

“Non è stato neanche un bel temporale”

Dicevano tutti _ vedrai come piove _anche i tuoni e i lampi promettonoma non mantengonosi autoincensanocome la gentecome i più doveva piovere _ sarei andata fuori _avrei pianto nel terrazzo grandemi sarei potuta nascondere non è stato neanche un bel temporalela solita coppia di nubi roboantie nulla d’altro _ promesse disattese _ tu manchi tantissimospecialmenteContinua a leggere ““Non è stato neanche un bel temporale””

“Le variabili infinite”

Sempre più spesso mi succede di restare disorientata: sono completamente incapace di dare definizioni all’amore e penso anche esso sia talmente grande da rifuggire le solite logiche comuni.Mi sto interrogando – cosa che faccio seriatamente nel tempo, quasi mi sottoponessi ad un esame diagnostico necessario – ma resta giusto un’idea che mi convince: ognuno diContinua a leggere ““Le variabili infinite””

“Esiste un’ignoranza quasi salvifica”

Esiste una forma d’ignoranza che risulta quasi salvifica: è – per certi versi – simile a quei gran temporali estivi che, giungendo all’improvviso, sembrano portarsi via tutto ma, alla fine, cambiano e sparpagliano solo le carte sulle scrivanie. Al massimo si sentono battere gli infissi, si corre per chiudere o si raccoglie la pioggia. TuttoContinua a leggere ““Esiste un’ignoranza quasi salvifica””

“Cammina e respira”

Francesca Woodman Photography L’incessante percorso così rocambolesco e travagliato _ con soste brevissime pur di tirare più fiato _ ci obbliga a scegliere quando come dove orientarci meglio e proseguire ** alle volte si fa buio troppo per restare c’è carenza di visuale ** è come se un turbine ventoso avesse spazzato via le tracceContinua a leggere ““Cammina e respira””

“Non si può sempre dire tutto come si vorrebbe”

Sarebbe bello poter dire quello che si pensa, sempre e comunque, senza curarsi di nessuno e di niente, ma – a volte – è da irresponsabili. A volte le persone non vogliono sentire la verità perché non vogliono che le loro illusioni vengano distrutte. (Friedrich Nietzsche) Ogni giorno siamo calati in un crocevia di incontriContinua a leggere ““Non si può sempre dire tutto come si vorrebbe””