D’istruzioni per l’uso

D’istruzioni per l’uso e per il conseguente abuso della gente che s’incontra, di quelle persone disponibili, quelle che vengono scelte come foraggio per le personalità malate di narcisismo. Complimenti, belle parole, falso interesse e un’immagine assolutamente irreprensibile (potendo anche altolocata ma intrisa di finta umiltà) et similia. Chi non è in malafede corrisponde, soprattutto seContinua a leggere “D’istruzioni per l’uso”

Perchè io?

Perchè io _la domanda rimbomba nella mente_ dove solo il pensiero diventa risposta alla prece le ipotetiche riflessioni s’accavallano ondate d’una gran tempesta marina finchè afferro la mia probabile idea voglio veramente sapere che c’è dopo il buio? perchè io _non credo questa sia la soluzione_ i ciclici languori della replicante susseguendosi come i cavalloniContinua a leggere “Perchè io?”

La vita è verità

Cinque giorni fa ho detto che nella vita ci sono due grandi “P”. Preziosa. Precaria. Ora ne aggiungo un’altra, di “P”. Paradossale. Posso – quindi devo – arrivare alla quarta “P” fondamentale nella mia esistenza: “Paola”. La morte improvvisa della mia amica mi ha fatto arrivare a questo: la vita è preziosa perchè precaria. SpessoContinua a leggere “La vita è verità”

Irrimediabilmente

Irrimediabilmente, Antonietta è irrimediabilmente morta. Neanche sapevo che stesse male: da qualche mese non ci siamo sentite e, all’improvviso, ecco il messaggio di Betta con la notizia terribile. Un dolore lancinante. Anche qui c’è da sottolineare come Betta avrebbe potuto evitare di dirmelo. Le è costato molto superare l’orgoglio ma l’ha fatto e mi haContinua a leggere “Irrimediabilmente”

Volevo scrivere di te

Martin Stranka Photo – BELIEVE     Volevo scrivere di te della tua strampalata solitudine dei tuoi collegamenti volutamente mancati di quando eri contento nel seguire rare connessioni di quando, tutto, era solamente una mia entusiasmante idea. *** Volevo – e voglio ancora – scrivere di te dell’uomo che ho intravisto io volevo farlo comeContinua a leggere “Volevo scrivere di te”

Tutto cambia, è un attimo, una svista

Dimmi che m’hai pensata e che m’hai desiderata. Anche se è una finzione: dillo. Parla. Taci. Facciamo l’amore. Parlami di nuovo come quella sera. Prendimi ancora. Mi vuoi? *** Questo mi auguravo fino a ieri mattina. Ancora lo volevo nonostante tutto. Ma, adesso, anche no. In verità lo avrei voluto se tu fossi stato lo stesso.Continua a leggere “Tutto cambia, è un attimo, una svista”

Ottobre ti porta un segreto

  Un turbinio di emozioni dentro di te _e fuori tutto sembra restare fermo_ solo il fumo si innalza in spirali lente   sapore misto al desiderio di una bocca _questo tempo porta a sé un risveglio_ quasi un vizioso disvelamento di orme   l’anima rivendica l’assenza di poesia _la tua mente cammina a passi lunghi_Continua a leggere “Ottobre ti porta un segreto”