Più di mille è più di mille volte grazie

Circa dieci giorni fa ho oltrepassato 1.048 like nel blog che mi ha voluta, pochi giorni dopo scoprivo di aver postato e “pensato” 100 componimenti in versi sciolti. Una buona media: significa che, in pochi mesi, senza alcun obbligo, la mia scrittura si è liberata dando vita ad una silloge ben nutrita ma, la cosaContinua a leggere “Più di mille è più di mille volte grazie”

Sono in viaggio, viva solo oggi

“Passeggere: Quella vita ch’è una cosa bella, non è la vita che si conosce, ma quella che non si conosce; non la vita passata, ma la futura. Coll’anno nuovo, il caso incomincerà a trattar bene voi e me e tutti gli altri, e si principierà la vita felice. Non è vero? Venditore: Speriamo.” _ GiacomoContinua a leggere “Sono in viaggio, viva solo oggi”

Siete presunzione

Dovresti essere più ironico e meno sardonico. L’ironia è una dote dell’intelletto. Il tuo sarcasmo – pungente, privo di buona fede, espresso per colpoferire (anche malcelato da velata malizia) – è di pessimo gusto: sai di presunzione. L’essere diventato tanto cinico conferisce a chiunque, quindi anche a te, una pessima connotazione. Non farti più ideeContinua a leggere “Siete presunzione”

Un’Odissea

Io non sarò perfetta (di fatti sono umana, anche io sbaglio in buona fede) ma provo un’avversione discreta verso coloro che – nella vita – si fanno sempre le leggi per conto proprio. Ritengo sia esattamente questo malcostume, tipico dell’italiano medio, ad averci ridotti così tanto male. Una nazione che si è completamente trasformata inContinua a leggere “Un’Odissea”