Più coraggio e basta – auguri a chi c’è –

Un po’ parto dallo scorso anno ma un altro gran passo l’ho fatto durante e lo aggiungo. Si trova fra parentesi e non soltanto, sono oltre i cinquantuno: ma pensate un po’. Sono arrivata sin qui da sola: non si avvicini nessuno a dettare nuove regole, è cosa che non m’aggrada e – alla miaContinua a leggere “Più coraggio e basta – auguri a chi c’è –”

Sono in viaggio, viva solo oggi

“Passeggere: Quella vita ch’è una cosa bella, non è la vita che si conosce, ma quella che non si conosce; non la vita passata, ma la futura. Coll’anno nuovo, il caso incomincerà a trattar bene voi e me e tutti gli altri, e si principierà la vita felice. Non è vero? Venditore: Speriamo.” _ GiacomoContinua a leggere “Sono in viaggio, viva solo oggi”

La comunicazione e i messaggi social

[…] Quando pubblichi qualcosa in Rete lo fai – spesso inconsapevolmente – per due motivi: per piacere al maggior numero di persone, oppure per trovare le persone che piacciono a te. Io sono sempre stata spinta dalla seconda motivazione, anche se me ne sono resa conto molto, molto dopo: quello che scrivo è un’esca perContinua a leggere “La comunicazione e i messaggi social”

Elogio del dubbio

Sono così, diretta: io preferisco una disarmante onestà piuttosto che una piacevole bugia o – peggio – piuttosto che la scelta ipocrita del non detto; l’intelligenza altrui non la si deve mortificare mai, non è atteggiamento giustificabile né scusabile. Fatto chiaro questo concetto, solitamente, mi sforzo di capire, perché senza sacrificio non c’è alcuna conquista.Continua a leggere “Elogio del dubbio”

La parola rivela

      La parola non si adegua alla circo_stanza rivela divide gente nella stanza pagliacci al circo mancanze presunte presenze mancanti assenti _più o meno giustificati_ ed altre imbecillità a patto che cavalchino l’onda d’im_patto d’urto polene alla deriva nel vuoto cosmico del nulla di nuovo _un niente di fatto_ la solita storia travestitaContinua a leggere “La parola rivela”

Ciao “tu”

(Foto – Dicembre 2005) Ciao “tu” _ieri ti ho vista un’altra volta_ perché non ci sei più e ti ho voluta scordare. Dovevo dimenticarti mia cara “tu” ho dovuto farlo _posso dirti solo d’esserci riuscita_ e anche altri avrebbero dovuto. Non ce l’hanno fatta bella la mia “tu” _con le traveggole ti vedono ancora_ eppureContinua a leggere “Ciao “tu””

A_sincronie di un’ondata

A_sincronie di un’ondata nata senza tempi stabiliti a priori libera d’infrangersi _a volte anomala altre carezzevole_ ma figlia del mare impetuosa o lieve sospinta dalla brezza approdata sull’arenile l’accende di stelle marine e gli ippocampi le sorridono.   Spesso incontra la scogliera e vorrebbe poterla abbracciare spruzzi schiumosi _non è mai stanca impatta ancora_ maContinua a leggere “A_sincronie di un’ondata”

Nei naufragi rispettabili non sono previsti fiammiferi

Quelli che non ricordano nulla dovrebbero mediare col proprio cervello e scusarsi con l’intelletto altrui offeso. C’è chi ricorda, anche. Chi dimentica ciò che promette dovrebbe smetterla di parlare, perché dire e contraddirsi non è esattamente fra le arti più nobili dell’umanità. Chi distrugge regolarmente piani, lasciando che gli altri vengano a dover scegliere fraContinua a leggere “Nei naufragi rispettabili non sono previsti fiammiferi”

Le mani

(Art Photography from the web) […] Nel 2018 di manine maligne, sediziose, furtive ne abbiamo viste parecchie, fra politiche o giornalistiche, favorite dalla memoria corta della coscienza collettiva e dalla volatilità di una certa informazione on line fulminea, alla bisogna, nel cancellare o nel correggere. L’ultima manina è di ieri. […] (Da Repubblica – MassimoContinua a leggere “Le mani”

Santo Dosto, ora pro nobis

  Una precisazione è necessaria prima di cominciare a scrivere: Dostoevskij descrisse così il nucleo poetico del romanzo “L’idiota”, a cui stava lavorando, in una sua lettera. « Da tempo mi tormentava un’idea, ma avevo paura di farne un romanzo, perché è un’idea troppo difficile e non ci sono preparato, anche se è estremamente seducenteContinua a leggere “Santo Dosto, ora pro nobis”