“Accosta l’uscio piano”

Accosta l’uscio piano con grazia e leggerezza anche se vorresti sbatterlo ché _ se lo sbatti _ ti senti forte ma dura assai poco e l’ira resta dentro. Accosta l’uscio piano sii più gentile e mai greve anche se vorresti difenderti ché _ se gridano _ non sono forti ma hanno perduto la partita eContinua a leggere ““Accosta l’uscio piano””

“Cominciare da (Sé) stessi” – Carl Gustav Jung

“Comincia sempre da te; in tutte le cose e soprattutto con l’amore. Amore è portare e sopportare sé stessi. La cosa comincia così. Si tratta veramente di te; tu non hai ancora finito di ardere; devono arrivarti ancora altri fuochi finché tu non abbia accettato la tua solitudine e imparato ad amare.” Carl Gustav JungContinua a leggere ““Cominciare da (Sé) stessi” – Carl Gustav Jung”

“Inconsistenza”

Ma sì _ come vorresti chiamarla _ è inconsistenza inconsistenza invariata oltretutto ché mica puoi raccontarti d’avere avuto un valore oggi sei chiusa in casa ieri ti eri chiusa fuori dal mondo tu _ sempre rintanata stavi _ mica puoi lamentarti eri la palafitta scassata al cospetto di ponti enormi eri la porticina di legnoContinua a leggere ““Inconsistenza””

“Gli accadimenti e le nostre realtà relative”

Certo mi piacerebbe invecchiare_ ma è il gran lusso per pochi _e forse sognando potrei vedermila donna anziana col dachshundche si gusta una bevanda con l’immancabile cappellosui capelli oramai tutti bianchiquasi avessi ragione del tempo. La vita accade semplicementescandita dagli eventi e dal caso_ chiamiamolo come volete _resta del tutto al di sopra di noinonContinua a leggere ““Gli accadimenti e le nostre realtà relative””

“Con le sirene”

Si deve restare a gallaormeggiati a modosu banchine tristidel vecchio molo. Si legano cordamie si tirano sagole_ con le tasche piene di nientenon s’è mai sfamato nessuno _allora si attendetutto è sospesoreti galleggiantipalangari sugheritutto. Riprenderemo una rottasenza le carte nautichema ci sapremo orientare_ punteremo l’orizzontecon il sorgere dell’alba _rientrando all’imbruniresulla scia immaginificadi chissà quante sirene.Continua a leggere ““Con le sirene””

“C’è poco più del niente da trasformare in tutto”

Mario Giacomelli: Infinity and new beginnings – Italian Ways C’è quello che viene riposto nel soffitto della finzione dove resta relegato _ in compagnia dell’indifferenza _ e dura tutto per decenni poi l’individuo diventa adulto da sé allora si accorge com’è che funziona si toglie di dosso il marchio scarlatto imparando ad accettare la suaContinua a leggere ““C’è poco più del niente da trasformare in tutto””