“Inconsistenza”

Ma sì _ come vorresti chiamarla _ è inconsistenza inconsistenza invariata oltretutto ché mica puoi raccontarti d’avere avuto un valore oggi sei chiusa in casa ieri ti eri chiusa fuori dal mondo tu _ sempre rintanata stavi _ mica puoi lamentarti eri la palafitta scassata al cospetto di ponti enormi eri la porticina di legnoContinua a leggere ““Inconsistenza””

Mi sento urtata

Mi soffermo e osservo il disamore l’assurdità dell’astio l’abile strategia della paura i meccanismi dell’indifferenza _ molteplici e sibillini _ l’arte tipica degli specialisti del dolore o degli inquisitori buoni soltanto a spargere tutte le colpe del mondo sul mondo da quello noto a quello ignoto. Mi sento urtata anche lasciandoli liberi si rischia diContinua a leggere “Mi sento urtata”