“Ed è tutto così minimale”

Penso guardo rifletto ed è tutto così minimale tanto da perdere ogni senso _ compiuto o incompiuto _ forse domani sarà bello ma oggi adesso quella tristezza per me insostenibile per altri impercettibile persino insospettabile _ oltre che immotivata _ probabilmente sciocca s’è fatta incudine e mi pende così sulla schiena sulla testa sul visoContinua a leggere ““Ed è tutto così minimale””

“Ho pensato così tanto da non sbagliare”

FOTOGRAFIA ARCHIVIO MARIO GIACOMELLI No, non temo perché credo di avanzare più richieste di perdono inevase o scadute di quante io non ne abbia concesse al mio prossimo.Se ho avuto poco (e ho avuto davvero poco) non l’ho neanche mai preteso ed è pur vero che non ho mentito, mai, nemmeno se mi sono stateContinua a leggere ““Ho pensato così tanto da non sbagliare””

“Con le sirene”

Si deve restare a gallaormeggiati a modosu banchine tristidel vecchio molo. Si legano cordamie si tirano sagole_ con le tasche piene di nientenon s’è mai sfamato nessuno _allora si attendetutto è sospesoreti galleggiantipalangari sugheritutto. Riprenderemo una rottasenza le carte nautichema ci sapremo orientare_ punteremo l’orizzontecon il sorgere dell’alba _rientrando all’imbruniresulla scia immaginificadi chissà quante sirene.Continua a leggere ““Con le sirene””