“L’assalto alla francese e la ritirata alla spagnola, capita, è la norma”

Bisogna essere persone straight nella vita – come direbbe Haruki Murakami – dirette. Dobbiamo evitare quei giri inutili di parole insensate, dette tanto per dire, per abbindolare la gente nei momenti di difficoltà. (In questo, noi donne, crediamo spesso a un possibile salvatore ma non vogliamo vedere come se la darà a gambe, appena potrà:Continua a leggere ““L’assalto alla francese e la ritirata alla spagnola, capita, è la norma””

“Con GIACOMO LEOPARDI abbiamo ricevuto molti doni, più della poesia”

“Un buon libro è un compagno che ci fa passare dei momenti felici.” Giacomo Leopardi Il suo immenso genio sosteneva questa tesi. Io sono convinta che avesse ragione, così pure sono convinta che – se potesse leggere alcune delle attuali pubblicazioni, o alcune delle cose che oggi vengono lanciate in rete – replicherebbe con “genteContinua a leggere ““Con GIACOMO LEOPARDI abbiamo ricevuto molti doni, più della poesia””

“Ignorare il pettegolezzo, era saggio Gabriele, quasi come Arthur Schopenhauer”

“Contro le molestie giornaliere, i piccoli attriti dei rapporti umani, gli urti insignificanti, il comportamento sconveniente di altri, i pettegolezzi, eccetera, ci si deve presentare come un Sigfrido armato di corna; in altre parole si deve cercare di non sentire tutto ciò, e ancora meno bisogna prenderlo sul serio e ruminarci sopra. Sarà bene piuttostoContinua a leggere ““Ignorare il pettegolezzo, era saggio Gabriele, quasi come Arthur Schopenhauer””

“Secondo SIGMUND FREUD, e se l’ha detto lui diffido dai più”

Robert Mapplethorpe Photography “I sentimenti della massa sono sempre semplicissimi e molto esagerati. La massa non conosce quindi né dubbi né incertezze. Corre subito agli estremi, il sospetto sfiorato si trasforma subito in evidenza inoppugnabile, un’antipatia incipiente in odio feroce. […] Pur essendo incline a tutti gli estremi, la massa può venir eccitata solo daContinua a leggere ““Secondo SIGMUND FREUD, e se l’ha detto lui diffido dai più””

“Smettila di pensarmi come fossi eccezionale”

Courtesy Alita Art – Rita Santanatoglia Photography “Io sono verticale Ma preferirei essere orizzontale non sono albero con radici nella terra a succhiare minerali e amore di madre così da luccicare di foglie ad ogni marzo né sono bella come un angolo di giardino che desta meraviglia per splendore di colori senza sapere che prestoContinua a leggere ““Smettila di pensarmi come fossi eccezionale””

“Una parola che ci possa salvare, come – ad esempio – improvvisare”

Courtesy by Lorenzo Cicconi Massi – Photo from “Le donne volanti” “Anche oggi cercheremo una breccia.Una parola che ci possa salvaree che ci tenga in bilicosul confine ideale tra realtàe fantasia potrà, anchese per poco, cangiare l’esistenza.” Eugenio Montale Ho finalmente dormito e, confesso, risveglio più bello non me lo sarei aspettato. Un flash coiContinua a leggere ““Una parola che ci possa salvare, come – ad esempio – improvvisare””

“Lascia che sia, una risposta ci sarà”

Sabato, avrei voluto dormire, eppure Leone mi ha svegliata. Sono qui e mi dico “Lascia che sia, una risposta ci sarà.” perché dev’esserci – anzi – c’è. Inutile fingere di non conoscerla: mi sono rivoltata come un calzino per capire. Non c’è nulla che io non abbia capito più di te, caro mio. Con me,Continua a leggere ““Lascia che sia, una risposta ci sarà””

“Ce la facciamo, siamo io e me”

Courtesy by Paola Tornambè Photo Artist – “Noi” – Dalla serie “Parti di invisibile” C’è una parte di me che sbuffa e dice d’essersi stancata, ma è poca cosa, mi prendo anche gioco di lei, mi fa sorridere quando le viene da dire così, non è credibile. Affatto. Poi c’è l’altra che rimette in ordineContinua a leggere ““Ce la facciamo, siamo io e me””

“Me lo sono chiesta tante volte e mi sono risposta sempre sì”

“Si capirebbero meglio uomini e donne se gli uomini leggessero tanto come le donne? Se loro sapessero di più della nostra vita, di come pensiamo, sentiamo, se leggessero Sylvia Plath, Virginia Woolf, Carson McCullers, jane Bowles, Annemarie Schwarzenbach o Dorothy Parker, come noi leggiamo Hemingway, Faulkner, Updike, Roth, Flaubert e Balzac?” Da Le donne cheContinua a leggere ““Me lo sono chiesta tante volte e mi sono risposta sempre sì””

Giornalisti – Punti di (s)vista –

“I giornalisti sono impermeabili a tutto. Arrivano sul cadavere caldo, sulla partita, a   teatro, sul villaggio terremotato, e hanno già il pezzo incorporato. Il mondo frana sotto i   loro piedi, s’inabissa davanti ai loro taccuini, e tutto quanto per loro è intercambiabile   letame da tradurre in un preconfezionato compulsare di cavolate sulla tastiera. Cinici?   NoContinua a leggere “Giornalisti – Punti di (s)vista –”