“La sicurezza e la libertà: ne siamo certi?”

Photography by Marian Sitchinava

“Possediamo certezze, siamo forti, siamo sicuri di poter gestire ogni cosa perché noi siamo esseri completamente liberi!”

Ma ne siamo veramente certi? Siamo convinti davvero che nulla mai ci sfiori?

Non abbiamo timori, finché un bel giorno arriva una pandemia, poi un’altra guerra, nel mentre ci si azzanna per il nulla e si è persa la bussola completamente. Noi, quelli liberi, quelli sicuri, in un attimo non abbiamo più riferimenti.

Chi scrive si diverte a tirare fuori uno schwa (la e rovesciata) e capovolge tutta la nostra lingua.
Chi legge non ci capisce poi molto – io, personalmente, mi sento un’analfabeta funzionale – e viene etichettato come fosse un bacchettone.
All’università studiare Dostoevskij diventa un atto rivoluzionario, tanto da meritare la censura.

Io mi sento come “L’uomo nero” di Esenin e penso mi possa scappare quel “vomito azzurro” a causa della rabbia che mi pervade quando – in nome del pregiudizio – si oscura la bellezza.

Non sono affatto certa di questa libertà tanto acclamata a parole. I fatti la smentiscono.


@lementelettriche
Paola Cingolani
02/03/2022

Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

2 pensieri riguardo ““La sicurezza e la libertà: ne siamo certi?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: