“Perché diciamo così. Origine e significato dei modi di dire italiani” – di Saro Trovato, Newton Compton Editori

L’essere appagati è anche questo: fare un giro di perlustrazione on line e scoprire che il libro di un amico è 1° nella classifica “Bestseller di IBS Libri Lingue, dizionari, enciclopedie – Enciclopedie e opere di consultazione – Opere di consultazione – Dizionari di citazioni.”
Mi emoziona molto questo lavoro: lo ha scritto una persona che stimo, Saro Trovato, per Newton Compton Editori. Ho anche scoperto che – fra coloro cui rivolge un ringraziamento – cita persino il mio nome. Mentirei se non esprimessi la mia gioia.

Non nego che Trovato, sociologo, creatore dello Story Engagement, Founder della Community Libreriamo (celebrata nel 2019 da Forbes Italia e da Facebook quale una fra i primi 10 game challenger italiani), con questo “Perché diciamo così. Origine e significato dei modi di dire italiani” è assolutamente esaustivo nello spiegare, lapalissiano nel farsi comprendere, amabile da leggere, preciso con i riferimenti e, soprattutto, generoso nel riconoscere ad ognuno il suo.

L’opera presenta l’introduzione di Massimo Roscia che, sebbene breve, è una perla rara. La prefazione appartiene a Claudio Marazzini, presidente dell’Accademia della Crusca. Naturalmente – il contributo – è anche dell’intero gruppo Libreriamo dove lavorano con serietà, passione e dedizione Salvatore Galeone, persona impagabile, ed altri giovani dinamici e positivi.
Come esorcizzare un lockdown senza avvilirsi?
Mettendosi a scrivere tale libro, passando in rassegna gli idiomi – da quelli più comuni a quelli oramai riposti nella soffitta della lingua italiana – scoprendone origini, significati e raccontandolo ai lettori.

Sinceramente diverte leggerlo, oltre all’aver imparato cose che non conoscevo, la mia consapevolezza sui vari idiomi, oggi è molto più ricca e assai approfondita.
Comunemente tendiamo ad infarcire i discorsi con frasi che, a loro volta, disegnano immagini precise nella nostra mente e in quella di chi ci ascolta. Similitudini e metafore – più o meno dotte – sono all’ordine del giorno. Tuttavia dobbiamo renderci conto che sappiamo ben poco sulle origini di queste semplici ed apparentemente banali frasi fatte.

L’intuizione di Saro Trovato è stata quella di catalogarle, di spiegarle, di farle diventare di facile e rapido apprendimento per tutti, arricchendoci.

Per farsi un’idea chiara e realistica del nostro idioma e per sviscerarlo con leggerezza, con facilità, senza mai annoiarci, questo libro è il più adeguato.

Lo consiglio vivamente, sia perché lo scopo dell’autore è quello di diffondere la cultura a tutti, superando il concetto arcaico di un sapere che resta appannaggio di pochi, sia perché è un testo estremamente scorrevole e comprensibile.

L’autore contagia i lettori anche grazie ad un certo ottimismo, leggere questo libro di Trovato è conoscerete meglio l’italiano, persino quello oramai desueto, accompagnati da un sorriso.

Cerco ancora le parole giuste per ringraziarlo, non è cosa da tutti inserire il mio nome su di un bellissimo volume, anche 1° in classifica: prima o poi, forse, mi verrà un’idea ad hoc.
Acquistatelo: la nostra lingua è tutta una scoperta.



Recensione a cura di Paola Cingolani
Febbraio 2021
@lementelettriche


Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: