“Inconsistenza”

Ma sì _ come vorresti chiamarla _ è inconsistenza

inconsistenza invariata oltretutto

ché mica puoi raccontarti d’avere avuto un valore

oggi sei chiusa in casa

ieri ti eri chiusa fuori dal mondo

tu _ sempre rintanata stavi _ mica puoi lamentarti

eri la palafitta scassata al cospetto di ponti enormi

eri la porticina di legno coi tarli

quella mai vista _ nascosta dal portone maestoso _

eri niente

anche se la tua idea differisce adesso poco cambia

e saresti volata lontano

e avresti gioito anche per poco

e ti saresti accontentata di una poesia

e un mazzolino di fiori avrebbe fatto primavera

e una canzone sarebbe stata l’intera colonna sonora

_ sorridi fingendo il nulla ché sei brava _

oggi ti hanno fatta prigioniera e hai tempo

l’orario spento e rarefatto che tu neppure percepisci

nessuno con cui pranzare

nessuno per cui sorridere a parte un cane fedele

pesa tanto da poterti schiacciare questo “qui” e “ora”

la verità secondo cui inconsistenza diventa inesistenza

oggi che neanche i ricordi possono avere questo nome.







Paola Cingolani
27/03/2021
@lementelettriche








Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: