“La donna risolta e intelligente? Pensateci bene” di Gabriel García Márquez

“Quanti uomini ho sentito dire che desiderano una donna intelligente nella loro vita…
Io li incoraggerei a pensarci bene.
Le donne intelligenti prendono decisioni da sole, hanno desideri propri e mettono limiti.
Tu non sarai mai il centro della loro vita perché questa gira intorno a se stessa.
Una donna intelligente non si lascerà manipolare né ricattare.
Lei si assume responsabilità.
Le donne intelligenti mettono in discussione, analizzano, litigano, non si accontentano, avanzano.
Quelle donne hanno avuto una vita prima di te e sanno che continueranno ad averne una volta che te ne sarai andato.
Lei avvisa, non chiede il permesso.
Queste donne non cercano nella coppia un leader da seguire, un papà che risolva la vita,
né un figlio da salvare.
Loro non vogliono seguirti né segnare la strada a nessuno.
Vogliono camminare accanto a te. (…)
Una donna intelligente è libera perché ha lottato per la sua libertà.
Ma non è una vittima, è sopravvissuta.
Non cercare di incatenarla perché lei saprà come scappare.
Soprattutto quelle che hanno affrontato situazioni del genere in passato.
La donna intelligente sa che il suo valore non risiede nell’aspetto del suo corpo.
Pensaci due volte prima di giudicarla per età, altezza, volume o comportamento sessuale, perché questa è violenza emotiva e lei lo sa.
Quindi: prima di dire che desideri una donna “intelligente” nella tua vita, chiediti se sei davvero disposto ad “ inserirti” nella sua.”


Gabriel García Márquez

La giornata dedicata alla Festa del Papà è da celebrare così, almeno per me.
Quanto mi ha insegnato mio padre è perfettamente descritto dal grande Gabo con questi versi: porre dei limiti e considerare la mia persona autosufficiente ed integra, sempre e comunque.

Non dipendere, mai, soprattutto psicologicamente. Adeguarmi, essere gentile, educata, ma facendo sempre in modo che il rispetto a me dovuto non venga meno. Farlo ad ogni costo. L’amore non è lasciarsi piegare, anzi, è avere un interlocutore che ti stima al suo pari e – se ti stima poco – evidentemente non è sicuro di se stesso, ragione in più per non accontentarsi.

Sono diventata grande così, potrei anche diventare anziana, se la vita mi regalasse tempo.
Allora – adesso che sono donna – chi non si sente affrontato, ma comprende l’importanza del confronto, ha la mia considerazione. Partendo dagli amici.

Non voglio un salvagente – so nuotare bene – ma, men che meno, vorrei accanto una persona che si considerasse il mio salvatore: mi sono salvata già da sola tantissime volte che neppure me le ricordo io stessa.

A chi mi ha giudicata perché sono troppo alta, troppo amante della lettura, troppo abituata a scrivere, troppo attenta alla dieta, sempre troppo qualcosa, rispondo “Uh, quanto sono stanca di essere “troppo” o “troppo poco”, non ve lo potete immaginare, specie per la presunzione che mostrate ergendovi a giudici – non togati né autorizzati – quando non vi ha mai chiesto niente nessuno!”

Rifuggo coloro che si mostrano irrisolti perché il mio passato mi ha appeso al petto una medaglia: la capacità di sublimare le peggiori sofferenze trasformandole in sorrisi.

Ho sposato un modo infallibile per sembrare come non sono: l’onestà e, là dove ritengo sia più utile, il silenzio. Sono convinta che, nella nostra vita, dobbiamo relazionarci con coloro i quali, certe spigolature, le sanno cogliere arrivandoci da soli e pure in tempo utile. Non porto rancore e non pratico la vendetta: ho imparato bene che la vita lavora al posto nostro, c’è il karma che si occupa di questo aspetto. Dedico il mio tempo a prendermi cura di cose esaltanti e persone che ricambiano.

“Tu non sei facile da capire, sei particolare, sei impegnativa.” Noiosi e prevedibili, oltretutto, sapete che c’è?
Chi deve unire i punti per capire può sempre comprarsi “La settimana enigmistica” e passa la paura!

P. S. Non arrabbiatevi: fra i miei difetti annovero anche molta ironia.




Paola Cingolani
19/03/2021
@lementelettriche



Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

3 pensieri riguardo ““La donna risolta e intelligente? Pensateci bene” di Gabriel García Márquez

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: