“Non è questione d’essere diversi, ma nella vita bisogna fare la differenza. PIER PAOLO PASOLINI”

ALìTA ART – Courtesy by Rita Santanatoglia

 “Fin che il «diverso» vive la sua «diversità» in silenzio, chiuso nel ghetto mentale che gli viene assegnato, tutto va bene: e tutti si sentono gratificati della tolleranza che gli concedono. Ma se appena egli dice una parola sulla propria esperienza di «diverso», oppure, semplicemente, osa pronunciare delle parole «tinte» dal sentimento della sua esperienza di «diverso» si scatena il linciaggio, come nei più tenebrosi tempi clerico-fascisti. Lo scherno più volgare, il lazzo più goliardico, l’incomprensione più feroce lo gettano nella degradazione e nella vergogna.”

Pier Paolo Pasolini – Da Lettere luterane – Einaudi

Scappare. Bisogna scappare dai più, dai figli del pensiero omologato e stantio – ché già sono stata generosa chiamandolo pensiero – ve lo dico.

C’è solo la fuga e la distanza siderale da certe menti così.
Tanto è inutile, è impossibile cambiarle, è inutile anche solo provarci: sono standardizzate, sembrano prodotte in serie, con una sorta di stampino. Sono la “nutria cretina”, i campioni del male, i portatori insani dell’infelicità cosmica.

Ho guardato sempre alle persone, agli esseri umani e – degli esseri umani – ho tanto apprezzato chi sa fare la differenza: il fatto che sia “diverso” non mi riguarda. Per me costituisce un fattore preponderante il cercare di fare la differenza, il mettercela tutta nel portare a termine qualcosa di fondamentale.

L’esserci, se un amico ha bisogno.
L’andarsene, se vuole stare solo.

L’essere cercata, se non capisco d’essere importante e – quindi – scappo, voltandomi. Osservando.
Perché, nella vita, differenza è anche cercare chi si sta isolando, semplicemente per dirgli “Mi manchi e ti voglio bene tanto da volerti qui.”


Che mi si dica in modo seriato nel tempo (quasi fosse una terapia medica) d’essere persona eccezionale, francamente, non mi piace. Ha un retrogusto amaro. Non è un comportamento che definisco soltanto seriato: è anche seriale se viene reiterato negli anni.

Io, una persona eccezionale e straordinaria, la vorrei con me, per dire. Perché è anche e soprattutto questo un modo di fare la differenza e, questa differenza dai più, non è mai troppa.

Però so di convivere, sulla terra, con altre persone come me, fra ignoranza e giudizi affrettati, i quali altro non sono che pregiudizi.
Qualcuno che abbia voglia di fare la differenza manca, se c’è chi lo definisce differente con spregio.
E c’è.
Questa, a parer mio, è la vera, grande assurdità.









Paola Cingolani
06/02/2021
@lementelettriche










Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

Una opinione su "“Non è questione d’essere diversi, ma nella vita bisogna fare la differenza. PIER PAOLO PASOLINI”"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: