Mi sento urtata

Mi soffermo e osservo il disamore

l’assurdità dell’astio

l’abile strategia della paura

i meccanismi dell’indifferenza

_ molteplici e sibillini _

l’arte tipica degli specialisti del dolore

o degli inquisitori

buoni soltanto a spargere

tutte le colpe del mondo sul mondo

da quello noto a quello ignoto.


Mi sento urtata

anche lasciandoli liberi

si rischia di morire poco a poco

defraudati d’ogni pensiero lucido.


Arrivo al punto da non avere più fiato

mi taccio e mi allontano

pur vedendoli attrarre altre attenzioni

abili giocolieri di un’ironia irriverente

che diviene sarcasmo

come tutto fosse niente.


Mi soffermo e mi sento urtata _ sì _

così mi convinco di essere fortunata

non vorrei mai prendere il loro posto

_ sebbene umana e dunque limitata _

posso ancora modulare me stessa

fra gli aspri dolori

fra le piccole gioie

senza svilire la mia esistenza in vita.














Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

Una opinione su "Mi sento urtata"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: