“Momenti di poesia” – Vastità d’infinito – di Paola Cingolani

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Quell’alberatura tanto robusta
altera e maestosa è allocata
_ tronchi maggiori degli alberi di trinchetto
sartie maestre e sartie mezzane_
ma non intende farlo la nube
che appare libera e indomita
lei non vorrebbe cedere al vento
_ sembra starsene immota
bianca e luminescente _
a contrastare il cielo
così azzurro
così intenso.

E il mare te l’immagini
esattamente così come fa lei
come per quelle alberature e quelle cime.
Magari la nuvola non vede l’ora
d’essere sospinta dal vento
fino a diventare pioggia
è così che _ prima o poi _ si congiungerà al mare.
Lei lo sa _ è come me_ un passaggio veloce.

Per questo forse non lo si vede
il mare
c’è _ tanto basti_ c’è
lo sanno quei velieri
l’hanno attraversato
_ hanno solcato onde
marosi e schiume _
fino ad avere un attracco
e a lasciarsi smontare le vele.

Loro lo sanno _ sono…

View original post 49 altre parole

Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

2 pensieri riguardo ““Momenti di poesia” – Vastità d’infinito – di Paola Cingolani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: