E i sogni veleggiano lievi

Siediti e osserva il molo
una sera _al tramonto_
vedrai sartie dondolare
e vecchie reti penzolare
_i sugheri a sciabordare
suoneranno la musica_
mentre vecchi parabordi
daranno un ritmo lento.
Anelare all’universale è
venirsi incontro _onde_
oltrepassare come i venti
quelle improbabili e mute
cartografie del silenzio
dando voce _ moto e vita
agli elementi tutti_ salpare
da fermi con l’anima libera.
E i sogni veleggiano lievi
_non esistono tempeste_
l’orizzonte espande i mari
raggiungendo ogni porto.
0b3a11d683900a94aff5a97bd4023236

Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: