L’inutile che fa il paio con l’assurdo

L’ostinazione di parlare a un sordo
è cosa che non m’appartiene affatto.
Per me sei ancora questo. Da sempre.
L’inutile che fa il paio con l’assurdo
è quanto ti può descrivere meglio.
Non serve cercarmi ancora. Adesso no.
L’intuito per sapere cosa io avessi pensato
se c’è oggi lo ignoro, ma ieri non c’è stato.

Esiste un tempo per tutto. Esiste anche un modo.
La spontaneità che stravolge ogni regola fissa
doveva esserci quando non ero la tua causa persa.
Mi piacerebbe sapere se lei s’è mai accorta
d’essere una sorta di copertina assai corta…
com’è la mia mancanza me l’hai detto di già.
Fare l’amore per ripiego non è soddisfacente?
Ti resta il mio fantasma addosso e così mi dileguo
ma, se fosse abbastanza, non ti volteresti indietro.

Chissà se ti domandi cosa abbia fatto qui da sola?
Questo non mi hai domandato mai. Non una parola.
Magari ti dispiace non essere più tanto esclusivo…
è più semplice immaginarmi come vorresti io sia
quasi vivessi protesa in quell’attesa che è solo tua.
Dai, gli anni passano e ci si deve anche arrendere:
sappi che le persone non sono tutte proprio uguali
figurati quelle che hai scelto e definito eccezionali.
Fanne tesoro e guarda in avanti, io sono il passato,
non puoi pretendere di declinarmi anche al futuro.

Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: