Mai parlare coi sordi per scelta

Non lamentate cosa vi delude.
L’ostinazione di voler parlare
a una persona scientemente sorda
è la vostra vera pretesa assurda .

Ci sono distinzioni nette
– siamo testoline accorte –
fra la gente sorda per scelta
e la gente sorda per malasorte.

Chi sceglie lucidamente la sordità
compie un gesto premeditato ma
chi nonostante ciò è non udente
si ribella e comunica ugualmente.

Chi premedita non è giustificabile
– nel caso di specie c’è malafede –
non è libero e neppure lo sa
si è imprigionato dentro di sé.

Chi ha un reale deficit uditivo
– e qui non c’è volontà evidente –
mostra la scelta di assoluto coraggio
cerca e trova una forma di linguaggio.

Meglio non udente ma comunicante
che sordo e reo d’essersi isolato.

Meglio non ostinarsi con le pretese vane
distinguere sempre e mai fare il paio
o come quei sordi si commette lo sbaglio.

 

2paole

 

 

 

 

 

Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: