Il nulla d’un tempo distrutto

Quando pronuncio la parola Futuro
la prima sillaba va già nel passato.
Quando pronuncio la parola Silenzio,
lo distruggo.
Quando pronuncio la parola Niente,
creo qualcosa che non entra in alcun nulla.

– Wislawa Szymborska –

 

La parola Futuro, pronunciata pensando a te, si declina al passato.
Quando elogi il Silenzio, non ti accorgi, lo distruggi tu stesso.
Riguardo il tuo Niente, credimi, è qualcosa che neppure rientra nel nulla.

Tu: il nulla d’un tempo distrutto, persino distratto, tristezza e inquietudine.

[Una sorta di falsario con chi commette l’errore di crederti.]

L’impossibile è rivolgerti qualsiasi lucido pensiero.

 

271 (2)

Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: