Tu, te stessa e l’altra te

    Sei uscita di casa da sola, in compagnia della solita determinazione -sicura e convinta che neanche quella luna piena ti potesse sfiorare- eravate tu, te stessa e l’altra te, quella mai degnata di considerazione -respingerò tutto, pensavi, ci avresti scommesso la cosa più preziosa- mentre capivi che, tuo malgrado, stava proprio cambiando qualcosa.   Sei stata aContinua a leggere “Tu, te stessa e l’altra te”

De – penalizzare

  Che s’accenda un riflettore su di noi -sulla gente onesta e ormai indifesa- che si rifletta bene sul depenalizzare -sconti di pene a chi delinque non sono né mai saranno sconto di pena e d’onta- de-penalizzare gli sfregi non sia mai penalizzare chi è stato offeso da reato. La violenza ha tanti aspetti cupi eContinua a leggere “De – penalizzare”

Ricorsi e ricorrenti

Scappai via e andai lontano -la ricorrente s’oppone con assoluta fermezza e rigetta- rifiutai la condizione e vinsi -Vostro Onore m’appello alla Giustizia ingiusta della Corte- corsi e ricorsi ormai distante dagli stalli d’un tempo asfittico. Ricorsi -sì- ma stavolta storici -ricorsi con la cadenza fissa seriata come da diagnostica- combinazioni strane di motivi -se tutto vaContinua a leggere “Ricorsi e ricorrenti”

Diversamente

  All’apparenza è solamente un ordinario e comune giorno qualunque – una mattina come tante in cui bevi il tuo caffè – solamente la mente sola lo sa fare hai scovato nuovi orizzonti. All’inizio è diversamente sviluppata un’idea particolare di te – una cosa a cui non avresti mai creduto prima ti compare – diversamente la mente diversa laContinua a leggere “Diversamente”

La mietitrice affetta da clemenza senile

Originally posted on cristina bove:
? ? Ha perso la sua falce nei dintorni di casa mia, qualunque fosse ne ha perdute a decine penso che m’abbia presa a benvolere se continua a tenere le distanze dagli annessi e connessi _le azioni di routine, casse comprese e cappellini con velette nere_ sembrano diversivi per guadagnare…

Pensate (vi)

[Luglio 2017, litorale romano. Immagine di Alessandra Schiaffi, soggetto Paola Cingolani] Pensatevi in modo anticonvenzionale: è nell’insolito la vera, grande scoperta. Pensatevi fuori dagli schemi: non vivete come foste in gabbia, la ruota è dei criceti. Pensatevi liberi e fuori dalle regole comuni: il vostro sentire appartiene solo a voi. Pensatevi solidi: siate la scogliera dove,Continua a leggere “Pensate (vi)”

“To Rome with Love”, Intervista a Marco Salvati

Originally posted on Coffee Room:
Oggi il caffè è piacevolissimo, dolce, acuto e pungente, proprio come il protagonista. Benvenuto, MARCO SALVATI! Mi approccio a questa intervista con una discreta dose di “ansia da prestazione”, assolutamente non dettata dalla persona che ho davanti, ma da quello che rappresenta J Un grande comunicatore che, con una squadra vincente,…

Un superstite lo sa

Tim Walker Photography Un superstite lo sa -ha fatto naufragio e s’è salvato da sé- ha imparato l’arte -sopravvivere alle onde non è comune- navigare è difficile -con l’approdo certo non si è dei marinai- pochi si arrischiano -ci vuole coraggio per navigare senza meta- tutto il resto è uguale -le zattere piccine con delle bussole enormi- ma ioContinua a leggere “Un superstite lo sa”

Cambiando punto di vista

Cambiando punto di vista – fosse anche per gioco – cambia la solita visione del mondo. Ci spogliamo d’ogni consuetudine: abbandoniamo i luoghi comuni per esplorare il mondo intorno a noi. Scopriamo cose nuove, gente nuova, idee nuove, sensazioni nuove. Impariamo che la pioggia, se per alcuni bagna, per altri è musica e per il fioreContinua a leggere “Cambiando punto di vista”