SERVE UNO SPECCHIO

ed651b2a1a1ecc6ab3087a67d52f0653

 

Serve uno specchio: qualcosa attraverso cui guardare per cercare di capire bene chi e cosa vediamo, cosa nascondiamo dentro noi stessi.

E’ molto meglio arrivare a capire direttamente cosa si ha, piuttosto che farsi o fare delle pseudo diagnosi inadeguate e superficiali.

E’ funzionale anche capire cosa non si ha. Una delle due evidenzia l’altra: l’importante è mettersi allo specchio, ogni santo giorno, e non per inutile vanità ma per necessaria lealtà con il proprio sé.

Una volta allo specchio – poi – bisogna riconoscersi per avere una lucida consapevolezza dell’esistenza propria ricordando bene che non è mai isolata dagli altri.
Credersi ‘sganciati’ dal resto della gente è sinonimo di una percezione quanto mai sbagliata e limitata del proprio sé.

Quanto a quei trapani, quelli che martellano psicologicamente le persone fino a volerle cambiare,  peste li colga.
Manipolare la gente è sinonimo di infelicità cronica e conclamata, rasenta il patologico, ha del compulsivo e lede la dignità personale sia del manipolatore che dei manipolati.

Guardarsi dentro, distaccarsi il tempo necessario, prendere distanza dalle consuetudini, spezzare le catene, spalancare le gabbie (e sono tante) che ci limitano, di sicuro, ci migliora.

Non è necessario dirsi cosa si desidera, limitandosi a sognare eternamente: per capirlo rapidamente è più che sufficiente soffermarsi, il minimo indispensabile, su ciò che non si desidera.

Quando sapremo cos’è che non vogliamo, né vorremmo mai più, allora, è evidente anche cosa fare e cos’è che non è andato. Basta trovare l’errore cambiando punto di vista, adottando un’ottica nuova.

Così non resterà che fare un reset: è tutto più semplice di quanto credessimo, alla fine.

Rompere la consuetudine e guardare con occhi diversi, ragionando con un’altra idea, spesso, condurrà all’acquisizione di consapevolezze brillanti fra noi stessi e il resto del mondo. Oppure – in altri casi – ci darà maggiori sicurezze e ci confermerà le nostre scelte.

Comunque vadano le cose – uno specchio per l’introspezione – ci sarà molto utile alla personalità prima che alla vuota vanità.

 

 

Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

3 pensieri riguardo “SERVE UNO SPECCHIO

    1. Vedrai che bel reset che sto preparando.
      Intanto ho resettato il coccodrillo e, credi,
      è bloccato là, con la morsa stretta, fermo.
      Immobile, inutile, sdentato.
      Perché sono fragile ma forte io
      _così fotto le bestiacce immonde
      fameliche e le imbalsamo_
      perché di soffrire sono stufa e dico reset.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: