Salta la navigazione

C’è tanto caos
in mezzo alla gente
così s’affoga.

 

martin-stranka-18
Photo by Martin Stranka

 

 

Si verbalizzi

il punto di rottura

e lo si scriva

mettete agli atti

sono ancora viva.

 

 
Ascoltatemi

signori della Corte

mi si ignori

da Corte a cortile

non è affare mio.

 

 

 

Voci del nulla

forse voci dal nulla

che mi parlano

lamentano vuoti

echi dagli abissi.

 

 

 

Piove su me

mi scroscia addosso

gocciolando

un suono d’acqua

pioggia viola.

 

 

 

Non sento più

ho scelto la sordità

m’acquieta

noi colmi di poco

ma vuoti di tanto.

 

 

 

Il giudice

a condanna emessa

mi ha disposto

gli arresti forzati

e tanto d’ergastolo.

 

 

 

Ma l’eminenza

non sapeva ancora

che non si può

arginare un’onda

una nata libera.

 

 

 

Adesso sono

lo sono sempre stata

assai forte

io mi riconosco

sola libera vera.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: