Quando…

Quando scrivo, come chiunque, devo necessariamente essere comprensibile.
[ Se scadessi nell’autoproclama – quando un leggente non mi dovesse capire – avrei realizzato soltanto l’apparenza, sciorinando parole come neanche mia nonna sciorinava il bucato. ]

Ancora oggi c’è chi gioca con un linguaggio arzigogolato, infarcito di termini ampollosi, tanto incomprensibili quanto inutili – non fosse che a gettar fumo negli occhi dei leggenti.

Quando scrivo, come chiunque, devo pensare che tutti sono alfabetizzati dunque leggenti ma io cerco un lettore: è necessario sapere come la parola sappia svelare.
Quando scrivo, come qualcuno – non tutti – se leggessi un commento che dice “Bello ma non sono certo/a di aver capito questo pezzo…” mi sentirei completamente irrisolta.

Eugenio Montale avrebbe detto “Piove sui work in regress del primate a due piedi”.

 

 

 

Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: