Salta la navigazione

10370344_854066268037138_1373412788182387720_n

Mi piace la gente che ha la buona grazia di non aizzare.
Mi appare stupido chiunque approfitti di un qualsiasi disaccordo per mettere in crisi un intero sistema coinvolgendo – più o meno direttamente – tutti gli altri.
Mi piace chi non giudica da assente, soprattutto mi piace chi non giudica!
Mi piace chi ha la signorilità sufficiente e necessaria per capire che coloro i quali si adoperano non meritano di doversi sentire in difficoltà, fra due fuochi o in bilico.
Mi piace chi ha una buona educazione e una forma di intelligenza che non si ferma in superficie ma riesce a pensare anche alle ripercussioni eventuali le quali – inevitabilmente – pongono gli altri in un pessimo imbarazzo.
Io – col rischio di non sembrare più un’amica – sono riuscita a tacere finchè non ho avuto la certezza di non influenzare le altrui scelte. I miei amici – questo – lo sanno.
Sanno quanto mi pesi il silenzio ma sanno anche che la mia onestà morale ed itellettuale, proprio come il mio affetto, sono incondizionati ed incondizionabili.
Mi piace anche il mio modo di chiedere scusa: io – come tutti – non essendo divina commetto errori.
Quando la gente è sensibile percepisce di più allontanandosi immediatamente da coloro che non lo sono. L’intelligenza, distanziandosi, lenisce le ferite ma, prima di tutto, si medica da sè. Dopo – assai dopo – parla di nuovo con serenità e lucidità. Parla solo ad un pubblico molto più selezionato e ristretto di prima.
Mi appare perfido, stupido e dannoso per la società colui che riporta. In verità è esattamente a questa categoria che riservo tutto il mio diniego. Probabilmente sarà questa la ragione per la quale, a me, difficilmente vengono a contare malignità. Ebbene, secondo i miei parametri, chi riporta cattiverie è peggiore di chi ne mormora e stupido almeno quanto chi le va facendo.
Mi piace assai poco che i più – la massa – scrivano sui Social cose di bassa lega (oltre a pensarle e a dirle) perché i più hanno una connessione in rete. Il pensiero sarà anche libero ma l’insulto e il cattivo gusto non lo sono.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: