Chi paga? S’applicano tariffe diseguali

La vita? L’esistenza? L’essere?
Mai chiesti ma tant’è, siamo qui:

ognuno di noi si sbatte

– ci si consuma fuori e dentro –

e, alla fine, il conto chi lo paga?

Le domande si riducono ad una?
Stringendo al minimo sindacale:

una sintesi è importante

– per capire come proseguire –

e, perché mai, il conto differisce?

S’applicano tariffe diseguali

– straordinarie o ordinarie –
senza osservare festivi o feriali.

 

 

 

 

Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

2 pensieri riguardo “Chi paga? S’applicano tariffe diseguali

  1. Nasciamo gratis,il conto lo paghiamo in prima persona”VIVENDO”. Ti abbraccio e grazie per i tuoi articoli(mai scontati)

    Inviato da iPad

    >

    "Mi piace"

  2. Nasciamo gratis, certo, è vivendo che si paga e – il listino prezzi – non è mai statico ma in continua speculazione sul mercato dell’esistere.
    Grazie del complimento: sei stata molto gentile (e – anche questo – non è scontato).
    Un caro abbraccio.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: