Salta la navigazione

運 命 の 赤 い 糸 Unmei no akai ito – ancora saggezza orientale – che si affaccia prepotentemente: in questa frase c’è la famosa leggenda del filo rosso del Destino, un filo che collega le anime degli amanti.
La leggenda narra che – chi è fatto per amarci – esiste ed è legato a noi da una sorta di filo rosso invisibile, lunghissimo ed intricato, un filo che ci portiamo legato al mignolo senza nemmeno saperlo.
Ho appreso di questa leggenda grazie al nuovo libro di Elisabetta Barbara De Sanctis: un incontro nato dalla mia time line e volutamente approfondito nella real life.
Coincidenze: infinite sono le coincidenze che ci legano e – in sintesi – potrei citarne alcune.
Paola è il mio nome ma è il nome della co-protagonista del romanzo.
Laura è il nome della protagonista ma è anche il nome della mia migliore amica sin dalla prima infanzia.
Ci sono ben tre mesi di coma post traumatico raccontati nel libro: io conosco – purtroppo – lo stato d’animo delle persone che hanno un affetto caro in coma per diversi mesi.
A primavera ci siamo incrociate on line, il periodo della cookie law, e lei – con una gentilezza che si può usare solo verso un’amica – si presta ad ascoltarmi dettandomi on line la procedura per salvaguardare il mio blog (questa è cosa che mi riempie di gioia e che non dimentico ancora né dimenticherò, mai).
Stesso carattere noi due: dolce ma deciso e per coloro che non ci conoscono è rischioso.
Si indice un concorso nel suo blog Velo di donna: partecipo con uno pseudonimo e una poesia la quale – giudicata da una critica da me sconosciuta totalmente – vince anche se non la pubblicizzo e non chiedo alcun like sui Social.
Dopo ormai sei mesi è il momento di incontrarci: prendo un treno e ci troviamo a Pescara – altra coincidenza, si parla della città nel libro ma io non lo so ancora – e trascorriamo ore meravigliose.
Salgo sul treno per tornare a casa: mai avrei immaginato una tale commozione reciproca per questo momentaneo distacco fisico
!
Siamo – io ed Elibibì – oltre ogni aspettativa più rosea.

“Sempre è adesso e adesso è molto piccolo. E’ un soffio. A volte è solo una folata di vento.” Dall’incipit di “Oltre il buio il tuo respiro” di Elisabetta Barbara De Sanctis.

“E a te, sì proprio a te che in questo momento stai leggendo queste righe, anche a te dico grazie: questa è la mia creatura e tu l’hai presa per mano; ora giocherete insieme, forse piangerete, mano nella mano condividerete una parte del cammino”. Dall’explicit di “Oltre il buio il tuo respiro” di Elisabetta Barbara De Sanctis.

Io vi consiglio di riflettere sulla grazia che c’è in questo commiato e – già solo per questo – la tenerezza di Elibibì deve essere premiata con più e più ristampe: molti si dichiarano autori ma pochi si meritano il loro pubblico. Alcuni ricorrono ai Ghostwriters, altri a vere e proprie operazioni di marketing pianificate con gli Editors, altri ancora a chissà quale diavoleria pubblicitaria. Elisabetta Barbara De Sanctis no: ha la trasparenza di chi si affaccia al mondo incasinato dell’editoria senza spintoni ma con tanta voglia di coinvolgere e di raccontare chissà quante altre cose ancora!

運 命 の 赤 い 糸 Unmei no akai ito – perché io, intanto, al dito mi sono legata un’amica – e, se tanto mi da tanto, chi mi impedisce di credere al resto della leggenda?

http://insaziabililetture.blogspot.it/2015/12/uscita-oltre-il-buio-il-tuo-respiro-di.html?spref=fb

Dal blog di Brigi “Hai mai provato a pettinare il vento” questo bellissimo collegamento multimediale sempre riguardo il libro di Elisabetta Barbara De Sanctis – blogtour!

https://haimaiprovatoapettinareilvento.wordpress.com/2015/12/09/oltre-il-buio-il-tuo-respiro-blogtour/

 

Annunci

9 Comments

  1. L’ha ribloggato su Velo di Donnae ha commentato:
    E io sono senza parole, solo emozioni, emozioni che si incastrano nella gola… ❤

    Piace a 1 persona

  2. In questi giorni – detenendo su Twitter #UniversoVersi – mi sono scontrata volontariamente con un fenomeno che, in quanto tale, smentisce la tua grazia e rimarca i virtuosismi forzati di chi si affaccia ad un mondo multimediale con poca esperienza e troppo autoproclama.
    Magari lessicalmente sono anche capaci: sono brillanti, giovani, entusiasti… ma non sono scaltri.
    Non mi danno nulla, non mi emozionano. Piuttosto mi stizziscono: sono loro che vengono a prendere una celebrità del tutto immeritata. Gente che si fermerebbe ad allearsi con lo stesso Giuda per entrare in #TT, gente prontissima a voltare le spalle a chiunque per rimangiarsi la parola, gente priva d’ogni scrupolo perché alla fine è d’una semplicissima eco mediatica che stiamo parlando.
    Non ho avuto altra opportunità che concedere loro spazio per soppesarne il comportamento prima possibile.
    In una settimana – ogni spigolatura – s’è svelata.
    Sì che non ho fatto mistero alcuno. Peccato ci siano poche persone realmente in grado di mettersi in gioco senza calpestare gli altri. Fortuna ci siamo noi . ❤

    P.S. Nella mia testa c'è sempre quell'idea che ti accennavo mentre il treno – impietoso – s'è chiuso per ripartire!

    Mi piace

  3. E la sensazione che ho avuto leggendoti, stamattina, ha richiamato quel momento, quel momento in cui avrei voluto non lasciarti andare… ho visto te e la tua storia prendere vita attraverso le pagine e le parole, l’ho sentita palpitare come a volte mi capita con le mie e ho capito che sarà… presto e io non vedo l’ora di leggerti ❤

    Piace a 1 persona

  4. Sei una delle rarissime persone che conoscono la mia storia vera.
    Una di coloro che sanno che il mio racconto sono io. ❤

    Mi piace

  5. Grazie per aver linkato l’intervista a Laura e Luca.
    Sull’autrice, le sue pubblicazioni parlano già di com’è lei: genuina, schietta, precisa e dal cuore grande. EliBì è una persona speciale, hai ragionissimo e merita il riconoscimento della stella qual essa è!
    Un caro saluto.
    Ps: posso chiederti il contatto su fb?

    Mi piace

  6. E quella storia è dentro di me, come ci sei tu ❤

    Piace a 1 persona

  7. L’ha ribloggato su lementelettriche.

    Mi piace


Rispondi a Elisabetta Barbara De Sanctis Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: