Prego fate (pure) le fate: conosco nomi e co-gnomi

Prego fate (pure) – il mondo è magico – ma sono a corto – non più fate né orazioni – sicchè non dico – neanche i nomi degli gnomi – o d’altri personaggi. Prego andate (pure) – la strada è sempre uguale – proprio non me ne cale – e non avrei voluto – d’aver(vi) dimenticato.Continua a leggere “Prego fate (pure) le fate: conosco nomi e co-gnomi”

Qualcosa di bianco acceso – Cristina Bove

Qualcosa di bianco acceso Spire di fumo in veli blu dipingono il soffitto il respirare quasi sovversivo… un incaglio profondo nel pensiero quando la luna è falce e taglia il viso si potrebbe _lo sa_ chiedere il sole come un’oca bianca e alla luce che incalza scrivere di quisquilie___ ma s’impunta l’acrobata impigliata alle paroleContinua a leggere “Qualcosa di bianco acceso – Cristina Bove”

la vita non è che una passeggiata sul filo

[…] Bisogna scrivere sotto la pelle. Bisogna che parole d’amore si fondano con i nervi, che frasi luminose ci illuminino l’encefalo come fuochi d’artificio, che storie d’avventura ci infettino il sistema nervoso e lo stomaco. […] – Nicolò Ammaniti […] Sono grata alla vita per avermi lasciato il sorriso. […] – Cristina Bove […] Se l’amoreContinua a leggere “la vita non è che una passeggiata sul filo”