Come scrivere nell’acqua o parlare al vento?


Se io scrivessi sull’acqua
non resterebbe niente.

Se parlassi con il vento
spanderebbe la mia voce.

L’inutile.

Tu mi senti? Mi percepisci?
Non ti muovi
dormi
eppure…

ci sei? Non ci sei?
Sì, tu ci sei.

Io ho deciso che ci sei.

Ti hanno spedito lontano
– mondi paralleli –
imbocca la via
torna a casa:
fammi la cortesia.

Da lì si vede il mare?

Magari me lo puoi salutare?

Costa aspettare
non sapere
non capire
– immaginare –
un tutto brutto
un niente indecente
che resta per la tua gente?

Salta in sella campione
fatti una gran volata
sorpassa tutto
anche questo stato brutto:
è la corsa della vita
balza in testa
facciamola finita!

Pubblicato da Paola Cingolani

Paola Cingolani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...